Gossip News » Attualità » Maturità 2014 tracce prima prova: Quasimodo, la violenza nel ‘900 e Renzo Piano

Maturità 2014 tracce prima prova: Quasimodo, la violenza nel ‘900 e Renzo Piano

Maturità 2014 tracce prima prova – Per i cinquecentomila studenti italiani, oggi 18 giugno 2014, comincia il tanto atteso esame di maturità. Dopo un percorso di studi durato cinque anni, dopo una notte insonne nel tentativo di trovare qualche anticipazioni sulle tracce della prima prova, il giorno tanto atteso è arrivato. Allo scoccare delle 8.30, tutti gli studenti italiani, armati di vocabolario, hanno iniziato la prima prova scritta uguale per tutti gli indirizzi di studio. Da tre anni, l’invio delle tracce avviene attraverso il plico telematico: buste criptate inviate alle scuole per via informatica. Per aprirle è necessario essere muniti di una password che viene inviata la mattina dell’esame.

maturità 2014 tracce prima prova

Maturità 2014 tracce prima prova: Quasimodo e la violenza nel ‘900

Il migliore in bocca al lupo a tutti gli studenti”. Così il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini saluta, dai microfoni del Tg1 tutti i maturandi del 2014. Tra le tracce proposte agli studenti troviamo:

Analisi del testo: Salvatore Quasimodo. Ecco il testo della poesia “Ride lagazza, nera sugli aranci”, data agli studenti della maturità 2014 per l’analisi del testo. “Forse è un segno vero della vita: intorno a me fanciulli con leggeri moti del capo danzano in un gioco di cadenze e di voci lungo il prato della chiesa. Pietà della sera, ombre riaccese sopra l’erba così verde, bellissime nel fuoco della luna! Memoria vi concede breve sonno: ora, destatevi. Ecco, scroscia il pozzo per la prima marea. Questa è l’ora: non più mia, arsi, remoti simulacri. E tu vento del sud forte di zàgare, spingi la luna dove nudi dormono fanciulli, forza il puledro sui campi umidi d’orme di cavalle, apri il mare, alza le nuvole dagli alberi: già l’airone s’avanza verso l’acqua e fiuta lento il fango tra le spine, ride la gazza, nera sugli aranci”.

– Violenza e non violenza nel ‘900

– Tecnologie pervasive e nuove responsabilità

– Il confronto dell’Europa tra il 1914 e il 2014 è la traccia per il tema storico.

– Per il saggio breve in ambito artistico letterario il titolo é “Il dono” mentre per il saggio breve in ambito scientifico si suggerisce di riflettere su “la pervasività delle tecnologie”.

Renzo Piano e ‘il rammendo delle periferie’ é la traccia proposta ai maturandi per il tema di ordine generale. Il testo proposto è tratto da Il Sole 24 Ore dello scorso 26 gennaio. “Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile. E’ fragile il paesaggio e sono fragili le città, in particolare le periferie dove nessuno ha speso tempo e denaro per far manutenzione. Ma sono proprio le periferie la città del futuro, quella dove si concentra l’energia umana e quella che lasceremo in eredità ai nostri figli. C’è bisogno di una gigantesca opera di rammendo e ci vogliono delle idee. […] Le periferie sono la città del futuro, non fotogeniche d’accordo, anzi spesso un deserto o un dormitorio, ma ricche di umanità e quindi il destino delle città sono le periferie. […] Spesso alla parola “periferia” si associa il termine degrado. Mi chiedo: questo vogliamo lasciare in eredità? Le periferie sono la grande scommessa urbana dei prossimi decenni. Diventeranno o no pezzi di città?”.

Maturità 2014 tracce prima prova: come si svolge

Gli studenti hanno a disposizione sei ore per lo svolgimento e possono scegliere tra analisi del testo, redazione di un articolo di giornale/saggio breve, tema di argomento storico, tema di ordine generale. Dopo la prima prova scritta, i maturandi affronteranno domani la seconda prova, diversa per ogni indirizzo di studio.

Quest’anno i candidati si cimenteranno con il greco nei Greco al Liceo classico, Matematica al Liceo scientifico, Lingua straniera al Liceo linguistico, Pedagogia al liceo pedagogico.

Per gli istituti tecnici, invece, le materie scelte per alcuni indirizzi sono: Istituto tecnico commerciale (ragionieri): Economia aziendale; Istituto tecnico per geometri: Estimo; Istituto tecnico per il turismo: Tecnica turistica; Istituto tecnico industriale (elettronica e telecomunicazioni): Elettronica; Istituto tecnico industriale (elettrotecnica ed automazione): Elettrotecnica; Istituto tecnico industriale (informatica): Informatica generale e applicazioni tecnico-scientifiche; Istituto professionale per agrotecnico: Economia agraria; Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione: Alimenti e alimentazione; Istituto professionale per i servizi sociali: Psicologia generale e applicata; Istituto professionale per Tecnico delle industrie meccaniche: Tecnica della produzione e laboratorio. Per i licei e gli istituti d’arte, la seconda prova ha carattere progettuale e laboratoriale.

Lunedì 23 giugno ci sarà la terza prova e il tanto temuto “quizzone” e dopo una settimana cominceranno gli esami orali.

Seguono aggiornamenti