Gossip News » Attualità » Cliente lascia una mancia da 3mila dollari alla cameriera: il motivo vi farà commuovere

Cliente lascia una mancia da 3mila dollari alla cameriera: il motivo vi farà commuovere

Tanti ragazzi italiani che fanno i camerieri per pagarsi gli studi continuano a sperare di poter incontrare, un giorno, un cliente generoso che lasci loro una cospicua mancia. Se, in Italia, infatti, è raro imbattersi in storie del genere, dagli Stati Uniti arrivano notizie che stupiscono per la grande solidarietà.

20150505_97033_mancia3000dollariUNA MANCIA GENEROSA

Se nei giorni scorsi vi ha commosso la mancia che una cliente ha lasciato alla cameriera di un ristorante per darle la possibilità di visitare il figlio lontano, la storia di oggi vi farà emozionare ancora di più.

Mike, lavora a Broadway e da qualche tempo frequenta un ristorante di New York dove aveva ormai familiarizzato con una cameriera, come riporta anche ABCnews. Mike, dopo aver sentito la donna parlare di un’ingiunzione di sfratto ricevuta poco tempo prima, ha deciso di fare una super donazione offrendo una mancia da ben 3000 dollari a fronte di un conto pari a 43,50.

Questo il messaggio lasciato dall’uomo: «Grazie per la tua gentilezza e la tua umiltà. Ho ascoltato mentre parlavi dei tuoi problemi, anni fa li ebbe anche un mio professore a scuola e questo mi ha spinto a fare questo gesto. Vai su ReesSpechtLife e informati sulla fondazione, e non fare che il ‘pay-it-forward’ finisca con te. Se vuoi pubblicare questo messaggio, non rendere noto anche il mio nome. Spero che un giorno la vita possa darti la gioia e l’amore che tu dimostri ogni giorno sul posto di lavoro».

Il sistema citato dall’uomo, il ‘pay-it-forward’, prevede che a seguito di una buona azione non venga ricompensato l’individuo che l’ha compiuta, bensì si venga a creare una catena che coinvolgerà altre persone. Tale sistema è alla base della missione di ReesSpechtLife, un’organizzazione fondata da un uomo che ha perso tragicamente il figlio ad appena 22 mesi e che ha deciso di innescare una catena di buone azioni in nome del suo sfortunato bimbo.