Il gruppo che suonava al Bataclan atteso in Italia a dicembre: il messaggio shock

EODMBataclan-10Gli Eagles of Death Metal stavano tenendo un concerto al Bataclan di Parigi quando i terroristi hanno fatto irruzione e sparato a decine di persone. Alla fine del blitz, la polizia ha contato 80 corpi. Tra questi non comparivano quelli dei componenti della band, tra i primi a riuscire a sgattaiolare fuori dal concerto poco dopo l’irruzione del commando terrorista.

La band, capitanata da Jesse Hughes, ha comunque vissuto, anche se per pochi momenti, un terrore indescrivibile. E indescrivibile è stato l’orrore nel venire a sapere, poco dopo il blitz, che 80 giovani francesi che poco prima stavano ballando e cantando insieme a loro, non si sarebbero risvegliati l’indomani.

Il concerto al Bataclan degli Eagles of Death Metal faceva parte di un vero e proprio tour che questo dicembre avrebbe dovuto toccare anche Torino, Roma e Treviso. Ma le tappe italiane così come tutte le altre non si terranno: “Tutti i nostri concerti sono sospesi fino a prossima comunicazione. Vorremmo ringraziare però la polizia francese, l’Fbi e tutti coloro che sono stati con noi sul luogo della tragedia” ha annunciato il gruppo su Facebook.

Adesso siamo al sicuro, a casa, ma siamo ancora inorriditi, e sentiamo di dover ancora fare i conti con quello che è successo in Francia. I nostri pensieri vanno innanzitutto al nostro amico Nick Alexander, ai nostri amici della casa discografica Thomas Ayad, Marie Mosser e Manu Perez, e tutti gli amici e i fan le cui vite sono state strappate a Parigi, così come ai loro amici, alle loro famiglie e ai loro amati. Restiamo stretti al cordoglio per le vittime, ai fan, alle famiglie, ai cittadini di Parigi, e a tutti quanti siano stati colpiti da terrorismo. Siamo orgogliosi di fare parte di questa nuova famiglia, unita da un comune fine di amore e compassione“.

eagles-2