baby-genitori2-720x367Una bambina di 12 anni è diventata mamma, pochi giorni fa, grazie a un taglio cesareo affrontato in una clinica privata di Bari. Il padre del neonato, che durante il parto stava facendo i compiti, ha solo un anno più di lei.

Sono stati i genitori dei due ragazzini a sostenerli nella decisione di mettere al mondo quel bambino nato da una breve relazione tra i due. E non stiamo parlando di famiglie disagiate o di un contesto di degrado sociale, ma di famiglie della Bari bene.

Saranno i quattro giovani nonni del bimbo a occuparsi di lui, ora, ma il caso è arrivato comunque alla procura del Tribunale per i minorenni che è stata informata della situazione.

C’è un rapporto tra i preadolescenti e la sessualità drammaticamente sempre più precoce, orientato dall’assenza totale degli adulti rispetto a percorsi seri di educazione alla sessualità, a partire dal mondo della scuola ma anche delle famiglie – ha dichiarato Rosi Paparella, Garante per i Minori della Puglia – anche l’accesso libero a materiale pornografico modella i comportamenti schiacciando l’infanzia, spingendo a comportamenti del tutto inadeguati. Credo che sia urgente stabilire, a livello nazionale nuovi percorsi di accompagnamento rispetto all’arretramento in ambito educativo. La solitudine in cui questi ragazzi vivono li espone a rischi ed esperienze non consone rispetto alla capacità di gestirle ed elaborarle. Questa storia è un altro campanello di allarme“.