Anoressica per mestiere. Una vita non certo felice, quella di Maggie Greene. Una modella americana che ha fatto scalpore per la sua scelta coraggiosa e di sicuro vincente. Maggie, 19 anni, era magrissima, al punto di essere diventata anoressica: “Ogni giorno prendevo solo 900 calorie, poi andavo in palestra almeno tre ore e ne bruciavo almeno il triplo. Ero magrissima, ma continuavo a vedermi grassa e non ero felice”. Questo il racconto di Maggie al magazine Harper Bazaar, una storia che per fortuna ha un lieto fine. “Stavo attenta a tutto – continua Maggie – Niente zuccheri, niente cibo spazzatura, niente bibite. Mangiavo solo frutta, verdura e carni magre. Volevo diventare come Kate Moss, dimagrivo in continuazione e non ero mai felice quando mi guardavo allo specchio. Poi un giorno accadde una cosa strana: non mi arrivò il ciclo, e così mi sono rivolta ad un medico”. Che evidenziò un aspetto della sua salute che ormai era piuttosto evidente: era anoressica, il suo corpo ormai era smunto ed era a rischio perfino la sua vita, oltre al suo sogno di diventare una top model.

Ma la salvezza arriva da New York, dall’agenzia Wilhelmina. Una telefonata che sembra un miracolo: “Riacquista peso e soprattutto riacquista il sorriso e ti prendiamo a lavorare”. Da quel momento Maggie, lungi dall’abbuffarsi, ha semplicemente smesso di essere ossessionata dalle calorie. Una vita sana, la dieta giusta e il suo corpo ha ripreso una forma come si deve. “Un giorno mi sono guardata allo specchio e ho iniziato a sorridere. Finalmente avevo il seno, avevo un bel sedere, insomma ero bella”. E in effetti bella lo è davvero, basta guardare le fotografie sul suo profilo Instagram. Il prima/dopo è clamoroso, soprattutto è clamoroso il suo aspetto attuale. Bella, bellissima. Una top-model che definire curvy sarebbe forse eccessivo, ma comunque una risposta concreta alle modelle pelle e ossa che si vedono in giro sempre più spesso, purtroppo. Guardate Maggie e capirete che cosa vuol dire essere belle senza scomparire!