Splendida nel suo longdress Versace per la prima del suo nuovo film, Jennifer Lawrence è stata attaccata dai fan, sconvolti dalla scollatura dell’abito e dalla situazione, a loro dire, “sessista”.

Jennifer lawrence

L’abito della discordia è un longdress nero super aderente firmato Versace, con una scollatura profonda che lascia poco all’immaginazione. Un abito, tra l’altro, portato senza niente sopra, senza calze, e con un paio di sandali gioiello. Il tutto in un freddo pomeriggio londinese.

Quegli scatti di Jennifer Lawrence che posa insieme ai suoi colleghi per le foto di rito sulla terrazza dell’hotel Corinthia di Londra, in occasione della presentazione del suo nuovo film, Red Sparrow, hanno fatto discutere.

Perché i colleghi maschi di Jennifer posano sorridenti riscaldati da maglioni, stivali invernali e cappotti, mentre lei è “costretta” a mostrarsi mezza nuda ai flash, rischiando seriamente una polmonite? Questa la domanda che le hanno post i fan, ancora una volta scandalizzati dal sessismo che ancora oggi aleggia nel mondo del Cinema.

La risposta di Jennifer Lawrence? La paladina del movimento #MeToo ha pubblicato un lungo post su Facrbook in cui invita tutti a non strumentalizzare ogni cosa, e assicurando di essere stata lei stessa a scegliere l’outfit. L’attrice ha specificato di essere rimasta all’aperto solo pochi minuti, il tempo delle foto, e ha aggiunto che quel Versace era troppo bello per essere oscurato da un cappotto.

Tutto ciò non è solamente ridicolo: sono estremamente offesa. Quel vestito di Versace era favoloso, pensate che avrei coperto quel meraviglioso vestito con una sciarpa e un cappotto? – ha scritto la Lawrence sulla sua pagina Facebook – Sono stata fuori per 5 minuti. Mi sarei potuta immergere anche nella neve per quel vestito, perché amo la moda ed è stata una mia scelta. È sessista e ridicolo, non femminista“.

Tutto ciò che mi vedete addosso è una mia scelta. E se voglio avere freddo, anche questa è una mia scelta” conclude l’attrice.

Jennifer Lawrence