Uomini e Donne: Marta Pasqualato si frequenta con Niccolò Ferrari

Marta Pasqualato e Niccolò Ferrari si frequentano

La conclusione di questa stagione di Uomini e Donne è stata molto “fortunata” per i quattro tronisti. Tutti, infatti, hanno sentito rispondersi ‘’ dai loro rispettivi corteggiatori.

Nilufar Addati e Giordano Mazzocchi, dopo il gran trambusto scatenato da Stefano Guglielmini, sono adesso diretti verso la costruzione della loro relazione.

Storia leggermente diversa per Nicolò Brigante e Virginia Stablum; i due hanno dichiarato di essersi lasciati definitivamente.

Brigante si è trovato a trascorrere un fine settimana a Taormina insieme a Valeria Bigella, ma senza alcun tradimento da parte sua. I due, la Stablum e Brigante, hanno così deciso di prendere strade diverse.

Uomini e Donne: Marta Pasqualato si frequenta con Niccolò Ferrari

Marta Pasqualato era una delle corteggiatrici di Nicolò, e i fan della “coppia” avevano sperato in un possibile riavvicinamento fra i due ma, a quanto sembra, Marta ha già trovato un’altra persona: si tratta dell’ex corteggiatore Niccolò Ferrari.

Le parole di Niccolò Ferrari

Niccolò Ferrari era uno dei corteggiatori di Nilufar Addati, la quale ha poi preferito Giordano Mazzocchi.

Il ragazzo è stato amato tantissimo dal pubblico a casa tanto da chiedere a Maria De Filippi di proporgli l’esperienza del trono.

Dalle parole rilasciate nel corso dell’ultima intervista, però, i piani del giovane ragazzo sembrano essere diversi, poiché sta vivendo un principio di relazione proprio con Marta:

“…mi è sempre piaciuto il suo modo di comportarsi, di pensare. Ho apprezzato fin da subito il suo carattere forte ed esuberante…abbiamo molti punti in comune…stiamo per lo più il fine settimana insieme, quando lei viene a Milano, questo rafforza il nostro legame…ha alcune caratteristiche caratteriali che cerco in una donna.
E’ determinata ed esteticamente rispecchia i miei canoni di bellezza. Per ora la nostra frequentazione è qualcosa in più dell’amicizia, ma non si può definire ancora una relazione.

Roberto Caccamo