11 settembre, 17 anni dopo un’iniziativa meravigliosa: gli USA si rialzano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:20

Sembra ieri, eppure, sono passati 17 anni da quell’11 settembre che ha segnato profondamente la storia degli Stati Uniti d’America. Quel terribile attentato alle Torri Gemelle spezzò migliaia di vite di persone innocenti ed ignare di quello che sarebbe stato il loro destino. Quasi tremila i morti: questo è quello che sembra un bollettino di guerra. E che, invece, è solo il bilancio dei ‘danni’ provocati da una catastrofe immane provocata dall’uomo stesso. Adesso, a 17 anni di distanza, la Grande Mela ha deciso di riaprire la stazione della metropolitana del World Trade Center, andata completamente distrutta nell’attacco.

Un’ottima iniziativa che testimonia la determinazione degli Stati Uniti

Niente potrà fermare gli Stati Uniti. Non sarà il terrorismo a ‘spezzare le gambe’ a quello che attualmente è lo Stato più potente del mondo. L’iniziativa è stupenda ed ha avuto inizio con il Memorial 9/11, la Freedom Tower e Oculus, il complesso disegnato dall’archistar Santiago Calatrava. Se ben ricordate, la fermata di Cortlandt Street fu irrimediabilmente travolta dalle macerie quando le Twin Towers andarono giù. Non uno, ma ben due aerei si schiantarono contro i palazzi e… il disastro era assicurato. Le torri vennero giù con una facilità terrorizzante. L’evento era attesissimo: l’America vuole rialzarsi. E lo testimonia il fatto che il primo treno che ha fatto sosta nella stazione, sabato, è stato salutato da centinaia di persone.

“L’apertura di WTC Cortlandt rappresenta una pietra miliare nella ricostruzione e nella crescita di Donwtown Manhattan”, sostiene il presidente della Mta (Metropolitan Transportation Authority), Joseph Lhota. “E’ più di una nuova stazione della metropolitana, è il simbolo della determinazione dei newyorkesi nel ripristinare e migliorare l’intero sito del World Trade Center”, aggiunge. Nel 2015 sono iniziati i lavori di ristrutturazione. Stando a quanto riporta il New York Times sono costati 181,8 milioni di dollari. Non è una fermata qualunque, non lo sarà mai. Al suo interno si può trovare un mosaico in marmo bianco dell’artista Ann Hamilton, con inciso il testo della Dichiarazione di Indipendenza e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’Onu.

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!