Assoluzione per legittima difesa
Una donna in Turchia ha ottenuto l’assoluzione dopo aver agito per legittima difesa

Sentenza choc in Turchia: una donna non è condannata per omicidio poiché ha agito per legittima difesa
Incredibile colpo di scena nel corso di un processo in Turchia: donna assolta per legittima difesa dopo aver ucciso il marito. La vittima era colpevole di continue e ripetute violenza ai danni della donna che, dopo l’ennesimo sopruso ha deciso di farsi giustizia da sola. La donna si è armata di coltello e si è scagliata verso il marito colpendolo alla gola. Subito dopo l’omicidio ha chiamato lei stessa la forza pubblica e ha confessato il fatto. Durante l’arrivo delle forze dell’ordine la donna ha anche tentato di tamponare il sanguinamento ma l’uomo è morto in seguito in ospedale.

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie di attualità e gossip CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE:–> Matteo Salvini da Barbara D’Urso: Violenza sulle donne/ Legittima difesa/ Telecamere negli asili

I giudici sul caso di omicidio della donna violentata: ‘Ha agito per necessità’

Il processo di Aslihan è durato quattro di interminabili lotte giudiziarie, ed era iniziato con una iniziale condanna all’ergastolo. In appello i giudici avevano ridotto la pena a 16 anni di detenzione. Ma è stato in Corte di Cassazione che c’è stato il colpo di scena: la donna è stata assolta per legittima difesa poiché ha agito per difendersi. I giudici hanno considerato il suo un atto di difesa non esagerato, bensì direttamente proporzionale alla violenza subita e reiterata nei suoi confronti. I giudici si sono rifatti all’art. 25 del codice penale vigente. Finalmente arrivano ottime notizie sul fronte della giustizia penale per casi come questi: il numero delle vittime di femminicidi dall’inizio dell’anno era arrivato a 340. La sentenza che ha assolto Aslihan rimarrà per sempre il primo sintomo di una rivoluzione. Questo è il segno di qualcosa che sta cambiando.