Stasera in Tv, mercoledì 23 gennaio: Figli del Destino | Trama | Cast | Anticipazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:52
Stasera in Tv Figli Destino
Stasera in Tv, mercoledì 23 gennaio: prima puntata della docu-fiction “Figli del Destino”

Stasera in Tv, mercoledì 23 gennaio: Figli del Destino | Anticipazioni | Trama | Cast
Stasera, 23 gennaio andrà in onda il primo appuntamento della docu-fiction “Figli del destino”. La serie, diretta da Francesco Miccichè e Marco Spagnoli, ha come argomento centrale le leggi razziali del 1938. Le vicende, quindi, ruoteranno intorno ai racconti fatti da bambini italiani ebrei che hanno dovuto subire l’orrore di quelle famose leggi. E del tremendo regime nazista.

Per ulteriori news su tutti i programmi di Stasera i Tv, mercoledì 23 gennaio –> clicca qui

Leggi anche –> Stasera in Tv, mercoledì 23 gennaio: #CR4, La Repubblica delle Donne | Anticipazioni | Ospiti

Stasera in Tv, mercoledì 23 gennaio: Figli del Destino | Cast

A rendere ancora più eccezionale e straordinaria la tematica affrontata dalla docu-fiction, ci sarà un cast davvero stellare. Di seguito, infatti, vi proponiamo i singoli nomi:

  • Valentina Lodovini = eccellente attrice televisiva e cinematografica. Protagonista indiscussa dei film comici: Benvenuti al Nord e Benvenuti al Sud. Ma non solo. Interpreterà il ruolo di Margherita Foà;
  • Chiara Bono = che interpreterà il ruolo di Liliana Segre;
  • Massimiliano Gallo = reduce dal successo della serie I Bastardi di Pizzofalcone. Interpreterà il ruolo del Commissario Pace;
  • Massimo Poggio = protagonista della serie televisiva Che Dio ci Aiuti. Interpreterà il ruolo di Alberto Segre;
  • Patrizio Rispo = protagonista della soap opera “Un posto al sole”
  • Nerì Marcorè = voce narrante della docu-fiction

Stasera in Tv, mercoledì 23 gennaio: Figli del Destino | Anticipazioni

Come dicevamo, quindi, “Figli del destino” è una docu-fiction che evidenzia le vicende di quattro bambini, vittime delle barbarie delle leggi razziali, approvate nel 1938. I protagonisti sono, infatti, Liliana Segre, Lia Levi, Tullio Foà e Guido Cava. Come si può vedere, quindi, due bambini e due bambine. Provenienti dalla principali città del sud e del Nord: Napoli, Pisa, Milano e Roma. Che, grazie all’aiuto di altre persone, sono riusciti a sopravvivere alla seconda guerra mondiale. Ma, soprattutto, al Fascismo. Grazie alle loro accurate ricostruzioni, quindi, i telespettatori potranno rivivere, in prima persona, i sentimenti, i pensieri e le paure dei diretti interessati durante quei tragici anni.