Gossip News » Attualità » Robin Williams suicidio: le cause secondo la moglie

Robin Williams suicidio: le cause secondo la moglie

Robin Williams suicidio, ancora non si è spenta l’eco della tragica morte del noto attore americano mentre circolano voci riguardo le motivazioni, se mai possono esserci, per il suo gesto disperato.

ROBIN WILLIAMS SUICIDIO: LA MOGLIE SPIEGA IL PERCHè’ DEL TRAGICO GESTO

Robin Williams suicidioRobin Williams suicidio, dopo le prime indagini il rappresentante dell’ufficio di Marin County, ha accertato che l’attore si è tolto la vita e la moglie ha anche aggiunto la causa più probabile, oltre alla depressione, che ha condotto il protagonista de l’Attimo Fuggente, l’amato padre di Zelda che gli ha dedicato un affettuoso ricordo, all’insano e definitivo gesto.

Susan Schnaider, terza moglie di Robin Williams suicidio, ha infatti dichiarato che il noto trasformista compianto persino da Obama, aveva il Parkinson.

“La sobrietà di Robin era intatta e lui era coraggioso mentre lottava contro la depressione, l’ansia e anche i primi sintomi del morbo, di cui non era ancora pronto a parlare pubblicamente” ha riferito la donna. Solo pochi giorni fa si sono svolti i funerali, in forma strettamente privata, dell’attore le cui ceneri sono state poi sparse nella baia di San Francisco.

A quanto pare quindi, non sarebbero stati droga e alcol a portarci via Robin Williams, ma la paura di dover affrontare una malattia da cui non vi era scampo. Sconvolto da questa prospettiva quindi l’attore si sarebbe tolto la vita per porre fine alla sofferenza.

I funerari di Robin Williams si sono svolti presso la Cappella del Monte dei Colli, nella verde San Anselmo, in California.

Presenti, oltre alla terza moglie, anche i figli dell’attore e gli amici più stretti. Lunedì prossimo in occasione della cerimonia di assegnazione degli Emmy, Robin Williams verrà ricordato dall’amico Billy Cristal.

Nonostante la sua tragica fine noi speriamo che Robin Williams venga ricordato per la sua bravura e l’allegria che ci ha donato nel corso della sua carriera.