Gianmarco Valenza, attacco durissimo a Maria De Filippi: “Uomini e Donne…”

L’ex tronista Gianmarco Valenza, nello studio di Uomini e Donne ha conosciuto Laura Molina, sua attuale fidanzata, con la quale sta vivendo una bellissima storia d’amore. Nonostante tutto, però, Gianmarco Valenza considera negativamente l’esperienza a Uomini e Donne e, in un’intervista rilasciata al settimanale Di Più attacca la trasmissione di Maria De Filippi.

gianmarco-valenzaGIANMARCO VALENZA ATTACCA MARIA DE FILIPPI

Sono uscito improvvisamente dal programma molto prima del tempo che generalmente un tronista impiega per scegliere. Il mio è sembrato un gesto provocatorio, come se volessi sfidarti. Infatti, benché non ci sia nessuna regola che imponga a un tronista di rimanere in trasmissione, è anche vero che ho agito in modo dirompente, spiazzante te, Maria, e la redazione. Vi ho lasciato con un pugno di mosche in mano”, dichiara Gianmarco Valenza.

L’ex tronista aggiunge: “Sono esploso e me ne volevo andare via con Laura, lontano da tutti e tutto. Non solo per vivere il nostro amore a telecamere spente, ma anche e soprattutto per fuggire dalla tua trasmissione. E’ stata proprio dura reggere lo stress. Nessuno dei tuoi collaboratori ha riservato nei miei confronti un buon trattamento, e tanto meno tu”.

Anche nei confronti di Maria De Filippi usa parole molto critiche: “Lo so, a volte sono stato scontroso, altre volte è sembrato quasi che non ti dessi ascolto. Ho sbagliato, lo ammetto. Però devi anche capire che, se è vero che tutti ti descrivono come una mamma, con me non ti sei mai comportata così. Sei sempre stata prevenuta, come se ti avessi fatto qualcosa di male, come se in un qualche modo ti avessi mancato di rispetto. Ora non dire che sto esagerando”.

Gianmarco si considera vittima di una congiura: “Ovviamente io accettai dicendoti che avrei fatto solo due serate, perché mi avevano già pagato. E tu mi hai dato il via libera. A telecamere accese, hai cominciato a sgridarmi, mi rinfacciavi il fatto che ero venuto meno alla promessa. (…) Credevo tu stessi scherzando. Poi sei rimasta ferma su quel punto e hai continuato a criticarmi, io mi sono difeso, ma tu non volevi credermi”.

Anche Gianni Sperti e Tina Cipollari sono stati molto duri nei suoi confronti: “Non hanno fatto altro che riversarmi addosso tutte le loro cattiverie (…) Mi sentivo tutti contro, come in una congiura, ma non meritavo tutto questo”.