touch-disease

Denunciare la Apple sembra un’impresa folle, ma se si riesce a formare una class action è possibile. Un gruppo di possessori di iPhone 6 e iPhone 6 Plus americani ha intentato una class action contro l’azienda ideatrice del melafonino. La colpa di quest’ultima? Continuare a promuovere e vendere in tutta tranquillità un telefono con un evidente difetto di fabbrica sullo schermo touch: una fascia grigia lampeggiante sulla parte alta dello schermo.

Il cosiddetto “Touch Diseases”, a quanto sembra causato dalla mancanza di una copertura di metallo in alcuni componenti interni, ha colpito milioni di modelli di iPhone 6 (compresa la versione Plus), ma nonostante le numerose lamentele, Apple sembra aver sistematicamente ignorato le richieste di riparazioni e sostituzioni ricevute dal lancio a oggi.

I querelanti, uno californiano, uno del Delaware e uno della Pennsylvania, chiedono i danni (anche se la cifra non è ancora stata quantificata) e accusano Apple di frode oltre che di violazione della legge che tutela i consumatori in California.