Emma marrone stanca delle offese per omosessualità

 

 

 

 

 

 

 

 

Solidarieta dai colleghi e amici per Emma Marrone
La notissima cantante Emma Marrone non ha minimamente apprezzato il titolo del settimanale “Io spio” dove si narrava in maniera poco elegante della sua presunta omosessualità. Il titolo del settimanale citava così: “Emma Marrone lesbica? Ecco tutta la verità”. Emma Marrone non si è fatta attendere e ha replicato: “Adesso ve la dico io la verità. La verità è che fate schifo,molto schifo! La verità è che questo paese sta tornando nel Medioevo e l’omosessualità sta diventando un problema da “combattere”.
Con questo titolo da quattro soldi frutto di un “giornalismo” alla deriva non state ferendo me, che ho le spalle larghe e le vostre cazzate me le metto in tasca da 10 anni. Con questo titolo avete offeso la vostra dignità in primis e poi quella degli altri”.

Non si è fatta attendere di certo la solidarietà di tanti colleghi e amici della bella e brava Emma Marrone come Alessandra Amoroso, Andrea Delogu, Giorgia,  Anna Tatangelo, Stash dei The Colors, Gianni Sperti, Emis Killa, Noemi, Enrico Nigiotti, Christian Vieri, Loredana Bertè, Virginia Raffaele,  e Levante e molti altri…

La risposta del settimanale ad Emma Marrone

Probabilmente, Emma si aspettava un messaggio di scuse da parte del settimanale che ha pubblicato in prima pagina quel titolo che tanto le ha dato fastidio. Tutt’altro, ‘Io Spio’ ha scritto un comunicato stampa in cui fa chiarezza sulla sua posizione: “Noi non siamo contro di te. Sai benissimo che da anni circola un rumors sulla tua presunta omosessualità, giusto o sbagliato che sia. Noi, che di mestiere facciamo gossip, abbiamo riportato fedelmente le tue dichiarazioni a riguardo, senza giungere a nessuna conclusione e sopratutto senza offendere”. Poi, continuano: “Non capiamo questa tua sfuriata, che ci sembra eccessiva e staccata dalla realtà. Nessuno ha detto che sei lesbica, anzi abbiamo riportato tutte le tue smentite”.