Screen Video Twitter
Vigili del Fuoco | Concerto di Sfera Ebbasta

Strage al concerto di Sfera Ebbasta, morti 6 minorenni: un vero e proprio dramma
Una vera e propria strage: al concerto di Sferaebbasta, ad Ancona, sei persone sono morte nella calca che cercava di fuggire dal locale. Il motivo? Qualcuno ha usato uno spray al peperoncino sulla folla ed ha creato un fuggi fuggi generale. Le vittime sono minorenni: due ragazzi e tre ragazze. Una tragedia.

Strage al concerto di Sferaebbasta

E’ successo tra mezzanotte e l’una. Dovevano assistere al concerto di Sferaebbasta, un noto rapper molto amato tra i più giovani. Ma qualcosa è andato storto. All’improvviso, nella folla, qualcuno ha usato uno spray urticante e la gente ha cominciato a scappare. Le uscite di sicurezza, stando a quanto riporta il sito dell’Agi, non hanno funzionato. Ci sono in totale 120 feriti, tra cui dieci gravi, che hanno riportato lesioni per shiacciamento.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie d’attualità? –> CLICCA QUI

Immagini drammatiche quelle che hanno riportato i ‘Vigili del Fuoco’ su Twitter in cui si vede che cercano di operare facendo il possibile. L’incidente è troppo grave. Quello che è accaduto questa notte nella discoteca ‘Lanterna azzurra’ di Corinaldo, in provincia di Ancona, sarà ricordato a lungo, purtroppo.

Leggi anche –> Turchia, uccide il marito violento: arriva la sentenza di assoluzione

Il racconto del papà di un ragazzino

Era in onda il programma su Radio Rai 2, I Lunatici, è intervenuto il papà di uno dei ragazzini che era lì quando si è consumata la tragedia. Queste le parole dell’uomo in diretta: “Mio figlio e i suoi amici sono stati fortunati perché la corriera che avevano preso per andare al concerto ha fatto tardi ed è arrivata poco prima che il fatto succedesse e quindi non hanno fatto neanche in tempo ad entrare”. Incredibile, talvolta la fatalità combina cose assurde. Questo ragazzino, adesso, deve sentirsi fortunato soltanto perché la corriera ha fatto qualche minuto di ritardo.
Come è successo?  E’ ancora il papà di questo ragazzino che spiega: “L’ingorgo mortale si è creato all’interno della scalinata all’ingresso del locale. Era difficile entrare ed uscire. Sarebbe scoppiata una rissa, me l’ha raccontato mio figlio che si trovava lì. A quanto pare, chi ha usato lo spray urticante sarebbe stato già individuato”.

Le prime testimonianze sull’accaduto

Grazie al TGR Rai Marche abbiamo avuto le prime testimonianze sulla tragedia di Corinaldo. Alcuni ragazzi raccontavano: “Sembrava un fumogeno”, altri aggiungevano: “L’aria è diventata irrespirabile”. Quello che scaturisce da un qualcosa che si può identificare in una ‘bravata’ è: sei morti, tutti minorenni e qualcosa come 120 feriti. Centoventi persone che cercavano di fuggire per quello che era appena successo.