Iva Zanicchi, Vieni da Me: “Mio padre in un campo di sterminio, pesava 38 chili”

Vieni da Me, Iva Zanicchi ricorda il padre da Caterina Balivo: “Era stato in un campo di sterminio”.
Caterina Balivo con Vieni da Me, è in onda anche oggi, il 24 dicembre, la Vigilia di Natale. La puntata di oggi è registrata, ma l’ospite è talmente emozionante e coinvolgente che nessuno se ne accorge. Iva Zanicchi. L’attrice fa il gioco della cassettiera con Caterina Balivo. Ogni cassetto c’è un oggetto che ricorda una tappa della sua vita. Arriva così un momento commovente tra Iva Zanicchi e Caterina Balivo ricordando il padre.

Leggi anche –> Vieni da Me, Caterina Balivo incredula: “Proprio tu? Non è possibile”

Caterina Balivo, Iva Zanicchi parla del padre e si commuove

“Mio papà voleva un maschio, quando sono nata erano tutti un po’ disperati perché volevano qualcuno che portasse avanti la casata Zanicchi. Io ovviamente non me lo ricordo e non mi ricordo nemmeno di lui quando ero piccola. Mio padre era stato catturato in Germania ed era stato rinchiuso in un campo di sterminio. Quando è tornato, con tutta la famiglia lo abbiamo aspettato in piazza. Io subito non l’ho visto nemmeno arrivare: altissimo, 1,80, 38 chili di peso, gli occhi scavati in due fosse buie, la barba…faceva paura. Io sono scappata in casa e piangevo. Poi io ero quella che dormiva nel letto con mia madre, quando è tornato papà, è stato lui a mettersi nel letto con lei. E io ho ripreso a piangere disperata”.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità del gossip e dei personaggi famosi di Vieni da Me allora CLICCA QUI!

Iva Zanicchi: “Ecco quando ho riallacciato i rapporti con mio padre”

L’intervista prosegue e Caterina Balivo chiede quando poi è iniziato il rapporto vero con suo padre. Lui e Iva Zanicchi, infatti, hanno avuto un rapporto bellissimo: “Ovviamente con mio papà le cose sono andate migliorando. Una sera è arrivato in camera dove dormivo con le mie sorelle e aveva una cartina azzurra in mano, con dello zucchero. Io ero molto golosa, lui me l’ha data dicendo di stare in silenzio, che era solo per me. Da quel momento lo ho sentito mio papà. Era un uomo molto duro, non mi ha mai dato un bacio, ma ci siamo amati tantissimo”.