Alessandra Pierelli, la dolorosa confessione: “Ho rischiato di morire”

Ospite della puntata di oggi di Vieni da Me, Alessandra Pierelli. L’attrice fa una clamorosa confessione

Alessandra Pierelli a Vieni da me: “Ecco perché ho rischiato di morire”
Continua l’appuntamento con Vieni da me di Caterina Balivo. Ospite di oggi è Alessandra Pierelli, ex corteggiatrice di Uomini e donne, che, in un lunga intervista, si è raccontata a 360°. In questa lunga chiacchierata con la conduttrice del programma, infatti, la fidanzatina d’Italia ha avuto modo di poter raccontare alcuni aspetti salienti della sua vita. Lo shock per la popolarità, l’intervento di liposcultura, la carriera, il matrimonio ed, infine, i figli. Questi sono, infatti, gli argomenti trattati durante l’intrvista. In particolare, però, uno ha colpito e stupito i telespettatori. Ci riferiamo, infatti, all’intervento di liposcultura a cui Alessandra si è sottoposta nel 2007. Un’operazione che, appunto, le ha fatto quasi rischiare di perdere la vita. Ma vediamo nel dettaglio le sue dichiarazioni.

Per ulteriori news su Alessandra Pierelli, Caterina Balivo e le migliori interviste a Vieni da Me –> CLICCA QUI

Leggi anche –> Angela Melillo a Vieni da me in lacrime: “Sono mancati improvvisamene è un gran dolore”

Leggi anche –> Caterina Balivo si commuove ed interrompe la puntata di Vieni da me

Alessandra Pierelli racconta il suo dramma a Vieni da me

Un episodio ha fortemente caratterizzato e turbato la vita di Alessandra Pierelli. L’ex corteggiatrice di Uomini e donne, infatti, ha raccontato a Caterina Balivo, di aver rischiato la vita. Era il 2007 quando Alessandra ha deciso di sottoporsi ad un intervento chirurgico. “Non mi sentivo bene con me stessa. Non mi sentivo bella e ho deciso di sottopormi ad un intervento di liposcultura”, così inizia il suo tragico racconto Alessandra. Un semplice intervento che, però, le stava costando la vita. La madre dell’attrice, infatti, si è resa conto che la figlia non respirava bene e così ha chiesto aiuto ai medici. Un’embolia polmonare. Ecco la conseguenza di questo banale intervento. Ma non solo. Alessandra è dovuta restare per circa un mese in terapia intensiva. E sottoporsi per 6 mesi ad una cura di cortisone. Fortunatamente, però, Alessandra adesso sta bene. Ha una splendida famiglia e due meravigliosi bambini.