Fabio Volo critica Ariana Grande e il suo videoclip: il web si rivolta contro di lui

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:58

Fabio Volo critica Ariana Grande e il suo videoclip: il web si rivolta contro di lui. Ecco cosa è accaduto allo scrittore.

Fabio Volo ha attaccato la persona sbagliata. Ebbene sì, perché quello che sta accadendo allo scrittore nelle ultime ore è davvero incredibile. Durante il suo programma su Radio Dejaay, Volo si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni abbastanza forti sulla cantante Ariana Grande, idolo dei giovani di tutto il mondo. Quello che è successo poco dopo è incredibile: una vera e propria ondata di fan della Grande ha invaso il profilo Instagram del conduttore, al quale sarebbero arrivate persino minacce di morte. Scopriamo di più.

Fabio Volo critica Ariana Grande e il suo videoclip: dal web arrivano minacce di morte

Fabio Volo non apprezza Ariana Grande. In particolare, è il videoclip del brano 7 things a far storcere il naso al conduttore, che ha ritenuto quelle immagini troppo spinte e poco educative. Ma Fabio Volo ha attaccato la star anche per il suo modo di vestire poco ‘sobrio’, per usare un eufemismo. Un messaggio sbagliato, secondo il conduttore. Che, in poco tempo, è stato invaso dalle critiche dei fan della Grande, che sono partiti in difesa della loro beniamina. Migliaia di commenti negativi per Fabio Volo su Instagram definito da molti ‘bigotto’ e superficiale, per il fatto che ha giudicato una donna dal modo di vestire. Inoltre, la canzone criticata da Volo non sarebbe ‘a sfondo sessuale’, come sottolineato dal conduttore: il tema del brano è il lusso, i soldi. Ma c’è di più: Fabio Volo ha dichiarato di aver ricevuto addirittura minacce di morte e offese molto aggressive da parte dei sostenitori di Ariana Grande. Ai quali, comunque, ha chiesto scusa per non aver espresso bene il suo concetto. Insomma, una vera e propria bufera. Quando si dice essere fan accaniti!

  • Per tutte le ultime news e scoop sui personaggi più amati della tv e del mondo dello spettacolo CLICCA QUI