Foggia, agente penitenziario uccide moglie e figlie: subito dopo si suicida

È accaduto a Foggia, un agente penitenziario ha ucciso sua moglie e le sue due figlie decidendo, poi, di compiere il folle gesto di suicidarsi.

Foggia agente penitenziario
Un agente penitenziario foggiano ha ucciso sua moglie e le sue due figlie e poi si è tolto la vita. Fonte Foto: getty Images

È una notizia giunta pochissime ore fa. A Foggia, un agente penitenziario ha compiuto una vera e propria strage familiare. L’uomo in questione, infatti, ha ucciso sua moglie e le sue due figlie durante le notte. Ma non solo. Perché, dopo aver compiuto tale atto, l’agente ha ultimato il tutto con un ‘folle’ gesto. Decidendo, quindi, di suicidarsi. Non sappiamo quali motivi lo abbiano spinto a commettere una strage del genere. Fatto sta che, prima di togliersi la vita, è stato l’uomo stesso a chiamare i carabinieri per confessare l’accaduto. Ma scopriamo qualche dettaglio in più.

Agente penitenziario uccide moglie e figlie, poi si suicida: la strage a Foggia

Stando a quanto trapelato sul web, sembrerebbero essere state le due di notte quando un agente penitenziario, nel suo appartamento a Foggia, ha deciso di compiere una strage familiare. L’uomo in questione di circa 53 anni avrebbe, infatti, dapprima ucciso sua moglie con un colpo di pistola. Per poi recarsi nella stanza delle sue due figlie, di 12 e di 18 anni, e uccidere anche loro nella stessa modalità riservata alla madre. Come dicevamo, non sappiamo con esattezza quali siano state le motivazione che abbiano spinto l’uomo a compiere tale gesto. Sul web, infatti, non è trapelato ancora nulla. Fatto sta che, dopo aver informato i carabinieri dell’accaduto, confessando, quindi, il suo delitto, l’agente della Polizia Penitenziaria ha deciso di togliersi anch’egli la vita. A causa del colpo dell’arma da fuoco, l’uomo è stato trasportato con urgenza in ospedale. Dove, poche ore dopo, è morto. Per il resto della sua famiglia, invece, non c’è stato nulla da fare. I colpi di pistola sono stati fatali per tutte e tre le donne. Al momento, i carabinieri hanno iniziato le indagini per scoprire qualcosa in più su quest’orribile vicenda.