Salvini accusa un malore durante il viaggio: trasportato d’urgenza in ospedale

Matteo Salvini ha accusato un preoccupante malore mentre era in viaggio verso Trieste: è stato accompagnato d’urgenza in ospedale per accertamenti

Matteo Salvini stava andando a Trieste, questa mattina, quando è stato colto improvvisamente da un malore. E’ atterrato all’aeroporto di Ronchi ed è stato condotto all’ospedale San Polo di Monfalcone a Gorizia per fare degli accertamenti. Per ora, i medici hanno provveduto già a tranquillizzare tutti dicendo che non è nulla di grave. Salvini era diretto a Trieste per essere presente ai funerali solenni di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due agenti di Polizia di Stato rimasti uccisi nella sparatoria del 4 ottobre.

Matteo Salvini accusa un malore: portato immediatamente in ospedale

Stando a quanto trapela dalle prime notizie che si trovano sul web, i medici hanno sospettato in un primo momento di una colica renale. Niente di grave, e infatti sono già state firmate le dimissioni da parte dell’ex vice premier. Le ultime notizie riportate dal quotidiano Il Piccolo di Trieste raccontano di un Salvini molto grato nei confronti dei medici di Monfalcone e che, a questo punto, si sarebbe detto dispiaciuto per non essere presente ai funerali dei due poliziotti.

La sfida con Renzi in TV…

Matteo Salvini è stato proprio nella serata di ieri in tv per ‘sfidare’ Matteo Renzi. Una sfida durata circa 90 minuti, più o meno quanto una partita di calcio. Mettendo a confronto la ‘risposta social’ del pubblico, possiamo dire che entrambi si siano sfidati ad armi pari e che il duello non vede un vincitore sostanziale.

La sfida è andata in onda su Rai Uno, a Porta a Porta, e dobbiamo dire che non tutti, probabilmente, siano riusciti a rimanere svegli per l’intera durata. Sì, perché poi si è andati per le lunghe. Ad aprire il match ci ha pensato Bruno Vespa, padrone di casa a Porta a Porta, che ha parlato così prima del ‘gong’ d’inizio: “Sono 13 anni che due leader non si confrontano qui, furono Prodi e Berlusconi. Vi ringrazio per la vostra presenza”.