Micheal Schumacher, come sta oggi: quali sono le attuali condizioni di salute del pilota

Micheal Schumacher, come sta oggi: quali sono le attuali condizioni di salute del pilota tedesco, dopo sei anni esatti dall’incidenti sugli sci.

micheal shumacher come sta
Micheal Schumacher, come sta oggi: quali sono le attuali condizioni di salute del pilota tedesco, a sei anni dall’incidente (Fonte Getty Images)

Oggi, 29 dicembre 2019, sono trascorsi esattamente 6 anni dal tragico incidente che ha visto coinvolto il sette volte campione del mondo Micheal Schumacher, sulle nevi di Meribel. Una caduta terribile, a causa della quale il pilota batté la testa contro una roccia sporgente, nella località sciistica delle Alpi dell’Alta Savoia Francese. Al momento dell’impatto, Micheal si trovava col figlio Mick. Un giorno che ha sconvolto per sempre la vita del campione: sin da subito, le sue condizioni di salute sono stata definite ‘critiche’. All’ospedale di Grenoble, dove è stato trasportato d’urgenza in codice rosso, due interventi chirurgici gli hanno salvato la vita. Ma, per lui, un vero e proprio calvario: quattro settimane di coma indotto, seguiti da diversi mesi di rianimazione. Oggi, secondo noti neurologi, Micheal è cosciente, nonostante viva in uno stato semi-vegetativo.

Micheal Schumacher, come sta oggi: le sue condizioni di salute a 6 anni dalla caduta

Come sta Micheal Schumacher? È questa la domanda più frequente che, negli anni, i sostenitori del grande campione di Formula Uno non hanno fatto che ripetersi. Dal giorno del terribile incidente, il pilota non è più apparso in pubblico. La sua battaglia è stata vissuta con assoluta discrezione dai suoi familiari più stretti, che, per privacy, non hanno mai voluto raccontare troppo sulle condizioni di salute di Micheal. Dopo Grenoble, il pilota è stato trasferito all’ospedale del Vaud a Losanna. Infine, da cinque anni è tornato a Gland, in Svizzera, nella sua casa sul lago di Ginevra, dove è stata allestita una camera apposita, con tutti i macchinari e le attrezzature necessarie alle cure. Secondo il parere di noti neurologi, il pilota non è in coma, pur vivendo in uno stato semi-vegetativo. Alcune informazioni sono trapelate da uno dei medici che lo aveva assistito all’ospedale di Grenoble: si è parlato di un recupero che prevede diversi ‘step’.  Le ultime cure sono state somministrate in gran segreto all’ospedale Georges-Pompidou di Parigi: una cura a base di cellule staminali, che ha donato grandi speranze ai fan. “Continua a combattere per tornare a una vita normale”, ha dichiarato Jean Todt, ex direttore della Scuderia Ferrari e grande amico del pilota tedesco. Qualche giorno fa, la moglie Corinna ha rilasciato un’intervista al tabloid inglese Mirror, nella quale non sono mancate frasi di speranza: “Le grandi cose iniziano con piccoli passi”. La donna si è rivolta anche ai milioni di sostenitori nel mondo, che da quel terribile giorno del 2013 non hanno smesso di far sentire a Schumacher e alla sua famiglia il suo sostegno: “Molte piccole particelle possono formare un grande mosaico”.