Sanremo 2020, chi è Diodato: significato del testo di Fai Rumore e cosa sappiamo di lui

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

Chi è Diodato e cosa sappiamo sul significato del testo di Sanremo, Fai rumore.

diodato-fai-rumore-testo-significato-chi-è
Instagram

Al Festival di Sanremo 2020 partecipano molti cantanti e artisti famosi. I concorrenti in gara sono svariati, ma fra loro ci sono anche dei nomi magari un po’ meno noti al pubblico a casa, come Diodato. Classe 1981, Antonio Diodato, è un cantautore e musicista italiano nato ad Aosta, ma originario di Taranto, terra a cui è molto legato. Al Festival di Sanremo 2020 partecipa con il brano Fai Rumore che uscirà poi nell’album Che Vita Meravigliosa il 14 febbraio 2020. Ma chi è? E di cosa parla il testo della sua canzone?

Chi è Diodato

Antonio Diodato nasce ad Aosta, ma ha origini tarantine ed è stato poi “adottato” dalla città di Roma. La passione per la musica nasce a Stoccolma dove inizia a partecipare ad alcuni brani lounge per una compilation con i DJ svedesi. Nel 2007 pubblica un EP presentato poi al MEI di Faenza e inizia a farsi conoscere. Nel 2010, grazie al produttore Daniele Tortora viene inserito nel circuito discografico e incide il primo disco, E Forse Sono Pazzo, nel 2013 che ottiene un discreto successo. Nel 2014 va a Sanremo Giovani con Babilonia e si piazza secondo. Da quel momento viene chiamato a partecipare a diverse trasmissioni fin quando nel 2016 lavora con Daniele Silvestri in due brani per l’album Acrobati e poi con Boosta nel suo album da solista. Partecipa poi nel 2018 a Sanremo con il brano Adesso.

L’album Che Vita Meravigliosa

Il 14 febbraio, subito dopo il Festival di Sanremo 2020, uscirà il disco Che Vita Meravigliosa di Diodato. Sarà un disco molto particolare che racconterà di una vita di tutti i giorni molto fragile, piena di passioni, di solitudine e anche di cadute. Diodato come sempre riesce a fotografare in modo straordinario le persone e le loro sensazioni. Non è la prima volta che Diodato approda al Festival di Sanremo. Insieme a Roy Paci aveva partecipato nel 2018 con il brano Adesso. Oggi però Antonio si sente diverso e, nel raccontare il brano spiega che non crede di essere mai stato così se stesso e ora che ha messo a fuoco se stesso e la sua vita, è pronto a dire che la vita è meravigliosa. Ma lo racconta come un osservatore malinconico e ogni tanto anche disincantato e disilluso, ma con la voglia di innamorarsi della vita ancora.

Testo Fai Rumore, Diodato: qual è il significato?

Il testo della canzone con cui Diodato partecipa al Festival di Sanremo 2020 si intitola Fai Rumore e, come spiega lui stesso, il significato è piuttosto profondo. È una sorta di ribellione eseguita tramite l’amore, Diodato vuole abbattere ogni confine, vuole che si parli, non vuole il silenzio, vuole che tutta l’umanità al completo dialoghi. La canzone è diretta da Rodrigo D’Erasmo (Afterhours) e Fai Rumore viene definita come una sinfonia di pensieri, emozioni e sensazioni del passato che sembrano fondersi con l’oggi. La canzone è caratterizzata da tanta ricercatezza in ogni sfumatura.

View this post on Instagram

Probabilmente avrete letto in giro che nella serata del Festival dedicata alle cover sanremesi porterò 24000 baci. Chi è venuto almeno una volta a un mio concerto non sarà sorpreso più di tanto da questa scelta. Io amo il rock’n’roll da sempre e in questi anni non avevo ancora avuto occasione di poter rendere omaggio a uno dei più grandi artisti italiani, tra i più importanti promotori del rock’n’roll nel nostro paese, il grandissimo Adriano Celentano. Beh, questa mi è sembrata davvero una buona occasione, anche per divertirsi un po’. Ho preparato un arrangiamento molto particolare che non vedo l’ora di farvi ascoltare e ho chiesto a un’artista che stimo e che questa materia la conosce molto bene di venire a duettare con me. E allora, restiamo in mood sanremese: “Di Celentano, Leoni, Vivarelli, Fulci, 24000 baci, cantano Diodato e Nina Zilli.” #diodato #ninazilli #24000baci #sanremo2020

A post shared by Diodato (@diodatomusic) on

Nella serata dei duetti di giovedì 6 febbraio, Diodato ha chiesto al mitico Adriano Celentano di poter portare una sua canzone. Così Antonio canterà insieme a Nina Zilli una versione particolare di 24mila baci.