Elton John in lacrime ferma il concerto: “Scusate, non sto bene”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:52

Elton John scoppia in lacrime e blocca il concerto: “Scusate, non sto bene”, i fan sono impietriti di fronte alle sue parole. Ecco cos’è successo

Elton John concerto
Elton John durante il concerto ammette: “Non sto bene”

Una notizia davvero spiacevole quella che arriva direttamente dalla Nuova Zelanda: il cantante Elton John si è dovuto fermare nel bel mezzo del suo concerto perché non era in buone condizioni. I suoi fan, presenti al concerto, l’hanno applaudito per confortarlo e dargli la forza necessario ad affrontare questo momento. Elton John, all’età di 72 anni, stava intonando la canzone ‘Candle in the wind’, quando ha dovuto improvvisamente fermarsi e lasciare il palco. Ma vediamo meglio cosa è successo.

Elton John si ferma durante il concerto: “Scusate, non sto bene”

Non dev’essere stato facile per Elton John ammettere di non riuscire ad intonare la canzone. Davanti a tutte quelle persone, poi… tutte lì per ascoltarlo cantare. “Scusate, non sto bene, sono veramente dispiaciuto”: queste le sue parole quando si è accorto che non riusciva più ad andare avanti. Elton John è scoppiato in lacrime ed ha chiuso così il concerto all’Auckland’s Mount Smart Stadiumin, in Nuova Zelanda. La sua voce si stava abbassando sempre più durante il concerto. Poi è successo qualcosa che nessuno si sarebbe mai aspettato: un calo vertiginoso, fino a quando poi ha dovuto ammettere davanti a tutti di non farcela. Il cantante non è riuscito a intonare “Daniel” durante la canzone ‘Candle in the wind’. La scaletta è rimasta ferma al sedicesimo brano sui 25 previsti. Stando a quanto riportato, John soffre di una “polmonite atipica”. Sarà stato questo, molto probabilmente, il motivo per il quale non è riuscito a concludere il concerto.

Elton John
Elton John, uno dei più grandi cantautori della storia della musica mondiale

Uno dei maggiori artisti rock contemporanei, Elton John ha scritto pagine e pagine di storia della musica mondiale. Di origini inglesi, si può dire che il 72enne sia uno dei migliori compositori, cantautori e musicisti al mondo. Nella sua carriera ha venduto qualcosa come 400 milioni di dischi: numeri davvero esorbitanti.