Coronavirus, vaccino sperimentato in Italia: ci sono buone notizie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:27

Ci sono buone notizie sul vaccino per il Coronavirus sperimentato in Italia: la volontaria sta bene dunque sembrerebbe che funzioni

coronavirus vaccino italia buone notizie
Coronavirus, vaccino sperimentato in Italia: arrivano buone notizie dallo Spallanzani (Fonte: Google)

Il Covid-19 torna a far paura in Italia. Con l’arrivo dell’estate i contagi erano diminuiti e il virus sembrava meno letale. Il paese, però, non ha mai raggiunto l’obiettivo zero nuovi positivi e gli esperti avevano invitato gli italiani a tenere alta l’allerta. Il virus, infatti, si era indebolito, aveva rallentato la sua corsa, ma non era assolutamente sconfitto. Il temibile morbo, infatti, ha sempre contagiato e adesso pare abbia ripreso a correre come i primi mesi della pandemia. Nei giorni scorsi, infatti, in Italia sono stati registrati più di mille nuovi positivi. Un dato che ha fatto allarmare il paese, facendo ripiombare gli italiani nello sconforto. La maggior parte dei nuovi positivi, però, sono asintomatici. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel frattempo ha assicurato che non ci sarà un secondo lockdown.

Coronavirus, vaccino in Italia: arrivano buone notizie

Ci sono anche buone notizie sul fronte Covid-19. L’azienda italiana ReiThera, insieme all’Istituto Spallanzani di Roma, ha messo a punto un vaccino che ieri è stato sperimentato per la prima volta in Italia. La volontaria è una signora cinquantenne originaria di Roma. Il candidato vaccino italiano si chiama GRAd-COV2 ed è stato realizzato, prodotto e brevettato dalla società biotecnologica italiana sopracitata, ReiThera, e finanziato da Regione Lazio e Ministero della Ricerca Scientifica. Il candidato vaccino italiano utilizza la tecnologia del “vettore adenovirale non-replicativo”: esso funziona come un “cavallo di Troia”, che induce l’espressione della proteina spike del Covid-19 nelle cellule umane. La presenza della proteina estranea innesca la risposta del sistema immunitario contro il virus.

vaccino italia coronavirus
Vaccino in Italia: buone notizie dallo Spallanzani (Fonte: Google)

Nel frattempo arrivano buone notizie dallo Spallanzani e dalla volontaria romana. Nel corso della trasmissione Coffee Break su LA7, è intervenuto Francesco Vaia, direttore sanitario dell’ospedale romano, che ha annunciato: “I primi dati di laboratorio sono molto confortanti“. La signora cinquantenne è stata tenuta sotto osservazione per circa quattro ore e poi è stata rimandata a casa. La donna verrà monitorata nuovamente nelle prossime settimane. Vaia ha tenuto a precisare: “Voglio ricordare – ha detto Vaia – che la signora ha lanciato un messaggio importante che voglio ricordare: mi sottopongo a questa sperimentazione perché credo nella sanità pubblica”. Se la fase 1 avrà successo entro la fine dell’anno potranno prendere il via le fasi 2 e 3.
Gli italiani ovviamente sperano che il candidato vaccino italiano dia buone risposte e che entro la fine dell’anno sia ad uso di tutti.