Fabrizio Moro, racconto straziante: il lutto di cui solo adesso ha parlato

Fabrizio Moro, racconto straziante: il lutto di cui solo adesso il cantante ha parlato.

fabrizio moro lutto
Fabrizio Moro, racconto straziante: il lutto di cui solo adesso il cantante ha parlato, attraverso i social ( Fonte Instagram)

Un post che non è passato inosservato, quello pubblicato da Fabrizio Moro qualche ora fa sulla sua pagina ufficiale di Instagram. Un post in cui il cantautore ha voluto condividere con i suoi followers una storia che ha toccato il loro cuore. La storia della sua amicizia con Giorgio, un ragazzino conosciuto durante una gita di seconda media. È stato proprio lui a fargli scoprire la musica rock e, come scrive nel post, è stato proprio Giorgio a spingere Fabrizio ad iniziare a suonare. Qualche anno fa, però, il triste evento: “Giorgio un po’ di anni fa è morto in circostanze ancora non ‘chiare‘”. Un episodio che il cantautore ha voluto raccontare, dedicando un dolce pensiero al suo vecchio amico. In seguito, il post che ha emozionato i followers.

  • Seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI

Fabrizio Moro, racconto straziante: il lutto di cui solo adesso ha parlato, la storia del suo amico Giorgio

“Ieri un nostro caro amico mi ha inviato questa foto e allora mi è venuto in mente di raccontarvi questa storia.” È per questo motivo che Fabrizio Moro ha deciso di raccontare a tutti la storia di Giorgio, un ragazzino conosciuto quando avevano solo 12 anni, diventato suo inseparabile amico. È stato Giorgio ad infondere in Fabrizio la passione per la musica e, insieme, hanno trascorso pomeriggi interi a suonare. Giorgio, qualche anno fa, è scomparso e Fabrizio Moro ha voluto ricordarlo con un post che ha toccato il cuore dei suoi followers:

View this post on Instagram

Nel 1987 frequentavo la seconda media. Durante una gita scolastica, ero seduto nei posti in fondo al pullman che ci stava portando non mi ricordo in quale posto. Quel giorno conobbi Giorgio, un ragazzino che se ne stava in disparte con le cuffie appoggiate sulle orecchie e la musica degli Iron maiden che gli girava in continuazione nella testa. Diventammo subito amici, anzi.. diventammo da quel giorno inseparabili. Fu Giorgio che mi fece scoprire la musica rock e fu sempre lui, che mi suggerì di iniziare a suonare la chitarra. Era un batterista alle prime armi e passavamo pomeriggi interi in cantina a cercare di suonare i brani delle band che durante quegli anni ci toccavano l’anima. Grazie a Giorgio ho iniziato a suonare e così mi sentivo meno solo.. mi sentivo compreso. Si trasferì poi con la sua famiglia a Torvaianica, lontano da dove stavamo crescendo e così ci perdemmo di vista. Eravamo due ragazzini di 12 anni, non ancora indipendenti dalle nostre famiglie. Ieri un nostro caro amico in comune mi ha mandato questa foto e allora mi è venuto in mente di raccontarvi questa storia, anche perché Giorgio, un po’ di anni fa è morto in circostanze ancora non “ chiare” ma, al di là di questo, non vi ho mai detto che oggi, ogni volta che riesco ad ottenere un piccolo o un grande successo attraverso la mia chitarra, un pensiero va a lui, a quel ragazzino che se ne stava seduto nei posti in fondo al pullman insieme a me… chissà dove era diretto quel pullman, non riesco proprio a ricordare ❤️ Fab

A post shared by Fabrizio Moro (@fabriziomoropage) on

Parole da brividi, quelle di Fabrizio, che confessa che, oggi, ogni volta che ottiene un piccolo grande successo attraverso la sua chitarra, rivolge un pensiero proprio al suo amico. Il post è stato invaso dai commenti dei fan, che non hanno nascosto la loro emozione nel leggere il racconto del loro beniamino. “Giorgio sarà fiero di te e di ogni tuo successo”, è uno dei tanti commenti apparsi sotto il post del cantautore