Terremoto sud Italia: paura all’alba, precisamente alle 5.45

Terremoto sud Italia: paura all’alba, precisamente alle 5.45; ecco dove è accaduto.

Terremoto sud Italia: paura all’alba, precisamente alle 5.45; cosa è accaduto nel dettaglio (Fonte Pixabay)

Trema la terra nel Canale di Sicilia, al largo della costa sud di Malta. Alle ore 5 e 45, la zona è stata colpita da una scossa di terremoto, di magnitudo 3. Secondo i primi rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l’epocentro si è verificato in mare, a 27 chilometri di profondità. La scossa di questa mattina è stata la seconda che ha interessato la zona, dopo quella di ieri, registrata alle 3 del mattino, di magnitudo 4,2.

  • Seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI

Terremoto sud Italia: scossa di magnitudo 3 nel Canale di Sicilia precisamente alle 5.45

Secondo terremoto, in 24 ore, per la zona del Canale di Sicilia, al largo della costa meridionale di Malta. La scossa, registrata precisamente alle 5,45 di questa mattina, ha epicentro in mare, a 27 km di profondità, e non sarebbe stata avvertita dalla popolazione. Non si registra, inoltre, alcun danno a persone o cose. Si tratta del secondo fenomeno sismico in 24 ore poiché, ieri mattina alle 3, una scossa di magnitudo 4.2 è stata registrata proprio nella stessa zona, con ipocentro in mare , a 6 km di profondità, ed epicentro a 20 km dalla costa di Malta. Fortunatamente, anche la scossa di ieri mattina non ha causato danni a persone o cose.

Come riportato da Fanpage.it, il dipartimento di Protezione Civile della Sicilia sottolinea che “la regione ha una pericolosità sismica molto alta a causa della frequenza e intensità dei terremoti che s sono succeduti in epoca storica”. Ma non solo. Altre cause sono da ricercarsi nella “vulnerabilità altissima legata alla fragilità del patrimonio edilizio, infrastrutturale, industriale, produttivo e dei servizi”. Un rischio importante, quello della Sicilia, che è situata proprio nella zona di contatto tra l’Europa e l’Africa, che si stanno avvicinando sempre più velocemente: circa 7 mm all’anno.