Grande novità per le famiglie nel 2021, in arrivo l’assegno unico per i figli: cos’è e a chi spetta

Grande novità per le famiglie nel 2021, in arrivo l’assegno unico: cos’è e a chi spetta il nuovo sussidio.

famiglie 2021
Grande novità per le famiglie nel 2021, in arrivo l’assegno unico: cos’è e a chi spetta il nuovo provvedimento (Fonte Google, Pixabay)

Una grande novità in arrivo per le famiglie italiane, a partire dal 2021. La nuova manovra, recentemente approvata, prevede infatti aiuti per moltissime famiglie del nostro Paese, con l’introduzione dell’assegno unico per i figli. In cosa consiste questa nuova misura e a chi spetta nello specifico? In seguito, tutti i dettagli del nuovo provvedimento, che sarà finanziato a partire da Luglio del prossimo anno.

  • Seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI

Grande novità per le famiglie nel 2021, in arrivo l’assegno unico: i dettagli del nuovo provvedimento

Un nuovo provvedimento è in arrivo per tantissime famiglie italiane: circa 11 milioni. La riforma sarà finanziata a partire dal luglio 2021 e prevede l’introduzione dell’assegno unico, un provvedimento che sarà esteso anche agli autonomi e agli incapienti. Ma in cosa consiste esattamente la nuova misura? Ebbene, a partire dal 2021, ogni famiglia riceverà per ciascun figlio, dal settimo mese di gravidanza al ventunesimo anno di età, un assegno mensile. La cifra dell’assegno si aggirerebbe tra i 200 e i 250 euro, suddiviso in una quota fissa ed una variabile. Quella variabile dipenderà da vari fattori, tra cui l’Isee, il numero dei componenti della famiglia e l’età del figlio. Inoltre, per ogni figlio successivo al secondo, l’importo viene maggiorato del 20%. Una maggiorazione che va dal 30 al 50%, invece, spetterà alle famiglie in cui sono presenti figli disabili.

Le famiglie come riceveranno il sussidio? L’assegno unico sarà disposto con una somma di denaro, o, in alternativa, mediante il riconoscimento di un credito d’imposta, da utilizzare in compensazione.  L’assegno mensile è destinato sia ai genitori che lavorano nel pubblico, che a quelli che lavorano nel privato, a prescindere dal tipo di occupazione.

Con la nuova manovra e l’introduzione dell’assegno unico per i figli, le risorse aggiuntive dovrebbero essere di circa 3 miliardi per il 2021, e a regime saranno stanziati 8 miliardi di euro annui per la riforma fiscale, in cui è compreso l’assegno unico destinato alle famiglie.