Scoperto nuovo Coronavirus: potrebbe infettare le cellule umane

È stato scoperto nuovo Coronavirus simile al SARS-CoV-2 nei pangolini e sarebbe potenzialmente in grado di infettare le cellule umane

nuovo coronavirus
Scoperto nuovo tipo di Coronavirus: potrebbe infettare anche gli uomini (Fonte: Pixabay)

Scoperto nuovo tipo di coronavirus nel pangolino, conosciuto anche come “formichiere squamoso”. Il nuovo tipo appena scoperto ha una struttura molto somigliante al SARS-CoV-2, patogeno emerso a Wuhan alla fine del 2019 e responsabile della pandemia tuttora in corso. Il virus appena scoperto ha una elevata affinità con la proteina S o Spike del patogeno pandemico. Tale somiglianza indica che il nuovo virus scoperto nel pangolino è potenzialmente in grado di infettare le cellule umane.

Nuovo tipo di Coronavirus: la scoperta

È stato scoperto un nuovo tipo di coronavirus molto simile al SARS-Cov-2. A identificare il nuovo virus nel pangolino è stato un team di ricerca internazionale guidato da scienziati britannici del Francis Crick Institute di Londra, i quali hanno collaborato a stretto contatto con i colleghi del The Seventh Affiliated Hospital dell’Università Sun Yat-sen di Shenzhen (Cina). I ricercatori sono giunti alle loro conclusioni dopo aver messo a confronto la proteina Spike del SARS-CoV-2 con quella di altri coronavirus trovati in altre specie, come appunti i pangolini. Ad oggi sappiamo con certezza che il SARS-CoV-2 in origine circolava nei pipistrelli, ma non è noto se sia passato all’uomo direttamente da esso. Si ritiene, infatti, che il COVID-19 possa essere stato trasmesso proprio dal pangolino. I dettagli della ricerca “Structure and binding properties of Pangolin-CoV spike glycoprotein inform the evolution of SARS-CoV-2” sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Nature Communications.

pangolino coronavirus
Il pangolino potrebbe essere la causa della diffusione del Covid-19 (Fonte: Pixabay)

Chi sono i pangolini

I pangolini, conosciuti anche come “formichieri squamosi”, sono gli unici mammiferi viventi a rappresentare l’ordine dei folidoti. Sono, inoltre, i mammiferi più contrabbandati in assoluto e per questo minacciati di estinzione. Ogni anno ne vengono uccisi a decine di migliaia per la carne e per le squame, le quali vengono utilizzate come ingredienti nella medicina tradizionale asiatica. In seguito alle recenti scoperte, si ritiene che i pangolini possano aver giocato un ruolo determinante nello scoppio della pandemia. È proprio per questo motivo che, alla luce dei risultati dello studio, gli scienziati sottolineano l’importanza di porre fine una volta per tutte al contrabbando di questi animali.