Silvio Berlusconi dimesso dall’ospedale: era stato ricoverato per le conseguenze del Covid

Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele di Milano: l’ex premier era stato ricoverato per le conseguenze del Covid-19

berlusconi ospedale
Berlusconi dimesso dall’ospedale San Raffaele di Milano dove era stato ricoverato lo scorso 7 aprile per conseguenze legate al Covid-19 (Fonte: Instagram)

Lo scorso 7 aprile, Silvio Berlusconi è stato ancora una volta ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano. Il leader di Forza Italia sarebbe stato portato in ospedale per accertamenti. Prima di questo ricovero ce n’era stato un altro ai primi di gennaio a Monaco. A settembre dello scorso anno, invece, il Cavaliere aveva contratto il Covid-19, ma fortunatamente n’era uscito incolume.

Silvio Berlusconi dimesso dall’ospedale San Raffaele

L’ex premier Silvio Berlusconi è stato dimesso ieri sera dall’ospedale San Raffaele di Milano ed è tornato nella sua villa di Arcore insieme alla fidanzata Marta Fascina. Il ricovero era avvenuto lo scorso 7 aprile ed era stato necessario per via delle conseguenze del Covid-19. Secondo quanto riferito dal Corriere, pare che il suo medico di fiducia, Alberto Zangrillo, non fosse d’accordo sull’uscita dall’ospedale. Egli però è stato rassicurato, in quanto pare che nella villa di di Arcore sia stata allestita una vera e propria camera dotata di tutte le strumentazioni. Si tratterebbe di una stanza d’ospedale vera e propria, ma a domicilio, in modo che Berlusconi possa essere assistito nuovamente qualora ne dovesse aver bisogno.

Silvio Berlusconi è sicuramente uno dei politici più influenti del nostro paese. È conosciuto anche come il Cavaliere, soprannome assegnatogli dal giornalista sportivo Gianni Brera, in ragione dell’onorificenza a cavaliere del lavoro, conferitagli nel 1977 dal presidente della Repubblica Giovanni Leone. La sua carriera in politica è iniziata nell’ottobre del 1993, quando ha fondato il partito politico di centro-destra Forza Italia. Berlusconi ha segnato la vita politica italiana dalla metà degli anni novanta in poi con un atteggiamento tipico che è stato definito berlusconismo. Ha ottenuto ben quattro incarichi da presidente del Consiglio ed è il politico che è rimasto in carica più a lungo nel ruolo di presidente del Consiglio dell’Italia repubblicana.