Gossip News » Curiosità » Fiorello fa il botto e Jovanotti si congratula con lui su Facebook

Fiorello fa il botto e Jovanotti si congratula con lui su Facebook

FIORELLO – ‘Il più grande spettacolo dopo il weekend’, il nuovo show di Fiorello non solo ha sbancato l’Auditel (9 milioni 796 mila telespettatori, 39,18% di share) stracciando il Grande Fratello 12, ma ha anche raccolto una pioggia di consensi ‘da ogni dove’, come avrebbe detto Candido Cannavò, storico direttore della Gazzetta dello Sport

Praticamente tutti si sono complimentati con Fiore, dal Direttore Generale della RAI Lorenza Lei ai tanti critici televisivi che lo hanno recensionato in Tv o sulla carta stampata. Ma è da Facebook che arrivano i complimenti di un grande amico di Rosario Fiorello. Parliamo di Jovanotti, che sulla sua bacheca ha scritto:

“Grande Fiorello, un grande successo il suo show su Rai Uno. Sono contento perché si ristabilisce un’evidenza ultimamente non più così evidente, ovvero che il talento, la cura, l’attenzione e il rispetto per il pubblico e per il proprio lavoro sono gli ingredienti che dovrebbero sempre prevalere nel nostro mondo, quello dello spettacolo e non solo (…) Lo conosco da una vita,il suo ‘debutto’ in tv l’ha fatto in un programma che io facevo al Rolling Stone di Milano nell’88 (me lo presentò mio fratello che ci lavorava insieme nei villaggi). Fiorello è un talento pazzesco e il suo è uno show infinito che continua al telefono, al ristorante, al bar, in macchina, in casa, dappertutto. Bravo Fiore! E poi mi sento un po’ coinvolto in questa sua bella avventura per via del titolo del suo show che parte da una mia canzone, quindi doppia goduria. Io ci andrò ospite il 5 dicembre, all’ultima puntata, non so ancora cosa faremo, ma punteremo a divertirci, come minimo. Mi ha fatto piacere sentire quella versione “remix” dell’Inno di Mameli che avevamo fatto insieme al Sistina a maggio durante un suo show in radio e magari può anche essere che la rifacciamo il 5. Bravo Fiore! Continua cosi! Sono sicuro che la cosa migliore che possiamo fare in un tempo come questo è fare bene quello che abbiamo la fortuna di fare”.