Allerta rossa in Sicilia ed in Sardegna a causa del maltempo. Nella giornata di ieri altri due morti in Italia

Maltempo, prosegue l’allarme in tutta Italia. Allerta rossa in Sicilia ed in Sardegna. Nella giornata di ieri altri due morti per questo motivo.

Da più di una settimana la situazione in Italia è a dir poco preoccupante a causa di quest’onda di maltempo che si è abbattuta sulla penisola, da nord a sud. Sono tante le città che sono state coinvolte e toccate da veri e propri disastri, senza ovviamente tralasciare o mettere in secondo piano i tanti disagi causate dalle piogge e dalle frane.

La situazione, in vista di questo fine settimana, promette momenti davvero negativi soprattutto nelle due isole principali, vale a dire la Sicilia e la Sardegna. E’ stata, infatti, diramata l’allerta rossa per queste zone e molti sindaci, compreso quello di Palermo, ha deciso per la chiusura delle scuole.

La scelta, ovviamente, è finalizzata a garantire la sicurezza per i cittadini, ai quali molti sindaci hanno chiesto di restare in casa e di uscire solo per necessità di primo ordine. Inoltre, in diverse aree siciliane, le strade si sono, di fatto, trasformate in dei veri e propri fiumi. Soprattutto in provincia di Agrigento. Ma non solo.

In virtù di questo, molte strade sono state chiuse perché inaccessibili. Nello specifico, questa decisione ha riguardato un tratto della statale 189 “della Valle dei Platani” in entrambe le direzioni nel territorio di Lercara Friddi, così come la Statale 115 che collega Sciacca ed Agrigento. Questi, però, sono solo due esempi, dal momento che i problemi si stanno espandendo a macchia d’olio.

Leggi anche -> Nuova allerta meteo diramata sull’Italia: le regioni più colpite dal maltempo

Maltempo, ieri altri due morti

Nel frattempo, nella giornata di ieri sono stati registrati altri due decessi. Il primo è quello della turista tedesca colpita da un fulmine a Carloforte, proprio in Sardegna, mentre faceva trekking. A Trento, invece, nell’ospedale principale della città, è morto dopo quattro giorni di agonia anche Denis Magnani, 34 anni. Anche in questo caso fatale un fulmine, nella celebre Val di Non.

Insomma, non resta altro da fare che aspettare che passino queste tempeste e che possa essere finita qui la conta delle vittime. Il numero dei morti, infatti, inizia ad essere davvero considerevole. Nel frattempo, è da registrare come sono previsti dei miglioramenti nei prossimi giorni, eccezion fatta per le due isole.

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!