Jovanotti, il regalo che lascia i fan a bocca aperta: ecco cosa ha deciso di fare

Jovanotti, ma all’anagrafe Lorenzo Cherubini ha inviato ben 23 quintali di mangime per cani al canile cortonese di Ossaia mostrando tutta la sua generosità.
Jovanotti mostra il suo gran cuore d’oro. Il famoso cantante italiano infatti ha donato al canile 23 quintali di cibo umido e in scatola. Questa è un’usanza classica del cantante che, ogni anno, fa recapitare il suo dono alle volontarie dell’associazione Etruria Animals Defendly.

Leggi anche –> Valeria Marini: «Cecchi Gori, Cottone e sì, anche Jovanotti: i miei grandi amori»

Jovanotti dona 23 quintali di cibo al canile

Jovanotti e la sua compagna storica, Francesca Valiani, gli animali sono molto importanti non solo a Natale. Nella loro abitazione infatti sono ospitati moltissimi cani e gatti randagi. Aiutati dal veterinario Alberto Bradi la coppia sta cercando di dare vita ad un ricovero di animali abbandonati. Ma non basta, Jovanotti ha anche aiutato il canile di Vasto, in Abruzzo, e la famiglia Cherubini ha anche adottato un piccolo cagnolino paraplegico che ha bisogno di particolari cure. Arrivano anche i ringraziamenti del Canile di Ossaia che hanno dichiarato che la generosità di Jovanotti ogni anno riempie tutti di grande gioia ed è un aiuto concreto nella vita di tutti i giorni del canile. I bisogni sono sempre tanti sottolineano dal canile e bisogna anche ringraziare tutte le persone che: “Accettano sempre i nostri inviti a contribuire partecipando alle collette alimentari, alle cene e agli aperitivi solidali e con donazioni dirette, anche durante il mercatino di Natale solidale che con i volontari stiamo portando avanti nella città”.

Per sapere tutto sui personaggi che ami di più e gli altri gossip dei personaggi famosi CLICCA QUI!

Jovanotti e l’impegno sociale

Jovanotti così si è distinto ancora una volta per la sua bravura e il suo cuore d’oro. Da sempre infatti il cantante è impegnato in molte battaglie sociali. Non solo per gli animali, ma anche a favore delle persone più disagiate e in difficoltà. Dai bambini africani, passando anche per le lotte per l’abolizione della pena di morte e l’accoglienza degli immigrati.