annalisa-minetti-vieni-da-me

Vieni da Me, Annalisa Minetti ospite da Caterina Balivo racconta del suo handicap e del programma Ora o Mai Più.
Annalisa Minetti è ospite di Caterina Balivo a Vieni da Me e nello spazio “Dicono di Te”, ha risposto a tutto quello che le hanno detto in merito alla sua partecipazione al programma tv, Ora o Mai più. La Balivo comincia subito con il “Dicono di Te” con i personaggi famosi e la Minetti comincia il suo sfogo.

Leggi anche: Simona Izzo malata, Vieni da Me: “Sono bipolare subclinica”

Annalisa Minetti parla di Ora o Mai Più

“Avere un grande dono è bello, ma bisogna saperlo gestire. Io ho una grande estensione vocale e gestirla affinché possa arrivare a tutti è importante, a Ora o Mai Più, Fausto Leali mi ha criticato per questo, per me la musica è una terapia e un mezzo di comunicazione, non è mai stato un urlo, ma ho gridato che c’era bisogno di fare qualcosa”. Prosegue così l’intervista con una frase di Toto Cutugno che invece l’ha sostenuta durante il programma: “Io sono fragile, nascondo bene le cose è vero, ma non è facile. Io sono diversa dagli altri e ne vado fiera, nella diversità c’è dialogo e crescita”.

Annalisa Minetti, Vieni da Me: “Sui social dicono di me…”

La Minetti poi continua a parlare anche di quello che ha detto il pubblico e i social su di lei durante la partecipazione a Ora o Mai Più. “Mi hanno criticato per come vivo con mia figlia, ho invito queste persone a riprendere in mano il senso dell’amore e riconsiderare il significato. Credo sia importante diffondere l’amore e la prima cosa da fare è perdonare, io racconto questo perché perdono chi commette questi errori, ma hanno ragione. Le persone che mi hanno detto non avrei mai messo al mondo un figlio che non posso vedere, è vero in parte perché fa male non vedere la loro crescita, ma questo non deve impedire alle persone di essere madre. Le persone che hanno un handicap devono poter avere la possibilità di avere una famiglia”.

Per ulteriori news su Vieni da Me e Caterina Balivo –> clicca qui