Beppe Bigazzi, la clamorosa rivelazione a poche ore dal funerale: “Si è lasciato morire”

Beppe Bigazzi, la clamorosa rivelazione a poche ore dal funerale: “Si è lasciato morire”; la confessione sulla morte del protagonista de La Prova del Cuoco.

beppe bigazzi rivelazione
Beppe Bigazzi , la rivelazione sulla sua morte: ecco cosa è emerso a poche ore dal funerale.

Si è spento ieri Beppe Bigazzi, per anni uno dei protagonisti assoluti della trasmissione di cucina La Prova del Cuoco. Il conduttore era malato. O almeno così si pensava fino a poche ore fa. Quando Paolo Tizzanini, intervistato da Fanpage.it, ha rivelato qualcosa di davvero forte. Il cuoco non solo ha smentito che Bigazzi fosse malato, ma ha chiaramente affermato che quest’ultimo abbia deciso di lasciarsi morire. Scopriamo cosa ha raccontato ai microfoni di Fanpage.

Beppe Bigazzi, la clamorosa rivelazione di Paolo Tizzanini: “Si è lasciato morire”

Una rivelazione davvero forte quella di Paolo Tizzanini sull’amico e collega Beppe Bigazzi. Un’amicizia storica quella tra i due, che è continuata fino agli ultimi giorni di vita di Beppe. Era Paolo ad andare a casa sua a trovarlo, quando Bigazzi era ormai immobile. Ma Tizzanini racconta un retroscena davvero incredibile sulla morte del cuoco. Innanzitutto, nega che il collega fosse malato e sottolinea come la sua mente fosse lucidissima fino all’ultimo giorno. “Non mangiava più, pesava 20 chili, ma era sereno e tranquillo nel suo letto”. Secondo il racconto di Paolo Tizzanini, Bigazzi ha scelto serenamente di andare via, quando ha deciso che era giusto farlo. Nonostante i rimproveri dei medici, che lo spronavano a reagire, Tizzanini parla del collega come di una persona che “ha avuto il coraggio di scegliere per se stesso”. Secondo Paolo, quella dell’amico è stata una scelta ben precisa: “La sua non era una cartella clinica di un malato terminale, ha avuto dei problemi come qualsiasi persona a 80 anni, ma li aveva superati alla grande. Credo che abbia scelto di lasciarci in modo sereno.” Ed è stata di Bigazzi anche la scelta di avere al suo funerale solo pochi intimi. Come racconta Tizzanini, c’erano solo 20 persone: “I figli, la moglie, io e mia moglie Daniela e altre poche persone. No voleva troppo clamori, ha scelto di andarsene in serenità”