Francesco Facchinetti, lite in strada per il Coronavirus: “Li ho presi a schiaffi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:33

Francesco Facchinetti protagonista di una lite in strada per via del Coronavirus: “Inveivano contro un anziano cinese, li ho presi a schiaffi”

francesco facchinetti coronavirus lite
Francesco Facchinetti, lite in strada per Coronavirus (Fonte: Instagram)

Il temibile virus cinese è arrivato anche in Italia. Sono oltre cento i contagiati, ben quattro i morti e diverse le regioni colpite. Dalla Lombardia al Veneto, fino al Piemonte e all’Emilia Romagna. La situazione potrebbe degenerare nei prossimi giorni, ma il governo è pronto per affrontare l’emergenza. Nel frattempo, però, aumenta la psicosi. A Milano i supermercati e le farmacie sono state prese d’assalto. Le persone si trincerano in casa, mentre alcuni comuni sono già stati messi in quarantena. La paura può generare caos e soprattutto disordine. Questa mattina, ad esempio, Facchinetti è stato spettatore e poi protagonista (suo malgrado) di un episodio raccapricciante.

Francesco Facchinetti, lite in strada per il Coronavirus

Mattinata da dimenticare per Facchinetti. Il conduttore televisivo e radiofonico è stato spettatore di un episodio molto raccapricciante ed è stato costretto ad intervenire. Come dicevamo sopra, il virus ha generato una vera e propria psicosi in Italia, che spesso sfocia in paura e follia ingiustificata. Questa mattina a Milano, come raccontato da Facchinetti sui suoi canali social, due ragazzi hanno inveito contro un anziano cinese: “Vattene via! È colpa tua se c’è questa malattia“, avrebbero detto i ragazzi. Il figlio di Roby Facchinetti è intervenuto per dividere le parti in causa, ma uno dei ragazzi avrebbe colpito il cinese con un pugno. Facchinetti a quel punto è intervenuto: “Non ci ho visto più, li ho presi a schiaffi“, ha dichiarato tra le stories di Instagram.

francesco facchinetti coronavirus
Lite in strada per Facchinetti (stories Instagram)

Facchinetti poi aggiunto: “Nel nostro paese c’è ignoranza totale. Siamo peggio del terzo mondo“. Il conduttore è apparso sconsolato e soprattutto molto arrabbiato. La psicosi dilaga nel nostro paese e a far paura adesso non è solo il virus.