Gianna Nannini rivela un episodio drammatico del suo passato: “Mi terrorizzava solo l’idea”

Gianna Nannini, racconta di un episodio drammatico del suo passato di quando era bambina e svela: “Mi terrorizzava solo l’idea” 

Gianna Nannini rivela un episodio drammatico del suo passato: “Mi terrorizzava solo l’idea” (Fonte Foto: Instagram)

Gianna Nannini, cantante e musicista italiana nata a Siena nel giugno del 1954. Una brillante carriera quella della cantante che ha avuto inizio verso la metà degli anni ’70, quando le viene pubblicato il primo disco a soli 20 anni. Una carriera iniziata un po’ per errore, ma poi proseguita cavalcando l’onda del successo, e non ha di che pentirsi la Nannini data la strabiliante rinomanza.E’ riuscita ad affermarsi come una delle cantanti italiane del genere rock famosa in tutto il mondo.  E’ anche autrice di due libri, due autobiografie in cui racconta delle sue esperienze, della sua vita in generale. Vive a Londra insieme alla sua compagna Carla, alla quale si è unita tramite rito civile in Inghilterra. Dal 26 novembre 2010 è mamma della sua prima ed unica figlia Penelope alla quale dedica una dolcissima lettera : “Tu, il più grande amore della mia vita, arrivi dopo il dolore profondo e lo shock”- ha scritto in quelle righe la cantante.

Gianna Nannini racconta del drammatico episodio

In un’intervista rilasciata per Vanity Fair, Gianna Nannini ripercorre alcuni dei momenti della sua vita legati alla sua carriera musicale ed altri momenti in cui ritorna nel passato, raccontando di diversi episodi che hanno segnato la sua infanzia e la sua adolescenza. E’ stata per anni dipendente dalla cocaina. Ad oggi, la cantante è ormai fuori dal tunnel e racconta a Vanity Fair alcune delle sue esperienze passate. “Tutti mi dicono che so’ pazza, ma credo semplicemente che quando uno è sé stesso sembra matto. La follia è un’altra cosa. Io l’ho sperimentata e ho sperimentato anche la schizofrenia. So cosa sono. Mi è capitato di morire e poi rinascere – dice Gianna Nannini, e continua – “All’inizio degli anni ’80 sono stata molto male. Ero piena di paranoie, vivevo una crisi profonda, avevo un io diviso, uno stato mentale alterato e paura di ogni cosa, come una bambina. Ero divisa a metà e a tratti riaffioravano frammenti dell’infanzia a cui non avevo dato nessuna importanza” . 

Gianna Nannini (Fonte: Instagram)

Racconta poi di un drammatico episodio della sua infanzia : “Quando ero piccola mio padre mi diede uno schiaffo e mi tolse una pasta con la crema dalle mani. Fu una tragedia inconscia, che interiorizzai. Per anni non ho più toccato una pasta alla crema, mi terrorizzava la sola idea”.

RC