Live – Non è la d’Urso, Salvini sul caso Suarez: “Spero che qualcuno paghi”

Matteo Salvini, ospite a Live – Non è la d’Urso, commenta lo scandalo che ha coinvolto l’attaccante uruguayano del Real Madrid, Luis Suarez.

Live - Non è la d'Urso
Live – Non è la d’Urso, Salvini sullo scandalo Suarez: Spero qualcuno paghi” (Mediaset Play)

Ha tenuto banco in tv e sui giornali per tutta la settimana il caso che vede protagonista il giocatore del Real Madrid Luis Suarez. Lo scorso 17 settembre, l’uruguayano in procinto di entrare a far parte della squadra della Juve si era recato all’Università di Perugia per sostenere l’esame che attestasse la sua conoscenza della lingua italiana. Il superamento della prova da parte di Suarez, desta tuttavia non poche perplessità: le domande e le risposte erano state concordate precedentemente? Del caso si sta occupando la Procura di Perugia che ha aperto un’inchiesta. Le intercettazioni delle conversazioni telefoniche tra i docenti dell’ateneo portano alla luce una condotta piuttosto discutibile da parte di più soggetti implicati nella faccenda. “Il calciatore non può essere bocciato”, “Non spiccica una parola”, “Passerà perché 10 milioni a stagione di stipendio non glieli puoi far saltare perché non ha il B1”, “Non coniuga i verbi”, questo il tenore delle battute scambiate tra i docenti intercettati. Molti dubbi rigurdano un’eventuale pressione da parte del club bianconero. Uno dei professori si difende negando il contenuto delle telefonate, mentre il caso diventa un affare politico, arrivando perfino ad attirare l’attenzione di Amnesty International ed a focalizzare di nuovo l’attenzione sulla questione dello IUS SOLI, in base al quale si rivendicano più diritti per gli stranieri che vivono e lavorano in Italia. Se le accuse sul caso Suarez dovessero rivelarsi fondate, sarebbe legittimo chiedersi perché un calciatore possa godere di certi privilegi.

Live – Non è la d’Urso, Salvini sullo scandalo Suarez: “Spero che qualcuno paghi”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, risponde così alla clip sul caso Suarez appena mandata in onda al programma condotto da Barbara D’Urso: “Adesso perché uno cerca di taroccare il suo esame dobbiamo concedere la cittadinanza a chiunque viene in Italia?”. Salvini cita le migliaia di studenti che in questo periodo stanno sostenendo i test d’ingresso alla facoltà di Medicina e l’eccellenza degli atenei italiani. Per il leader della Lega non può passare il messaggio che in Italia, nelle Università, gli esami si comprano e che chi ha i milioni sia destinato a passare avanti agli altri.

Live - Non è la d'Urso
Live – Non è la d’Urso, Matteo Salvini sul caso Suarez: “Spero qualcuno paghi” (Mediaset Play)

“Spero che qualcuno paghi” conclude Matteo Salvini.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui