Coronavirus, l’OMS annuncia: “C’è speranza di un vaccino entro la fine dell’anno”

Coronavirus, Il direttore generale dell’OMS ha annunciato che si è accesa una speranza sul vaccino entro la fine del 2020: ecco le parole di Tedros Adhanom Ghebreyesus.

coronavirus oms vaccino
L’OMS dà speranza: potrebbe arrivare il vaccino entro la fine del 2020

Tutti i cittadini del mondo continuano a vivere con un terribile nemico: il Coronavirus. A distanza di mesi, la pandemia continua a fare vittime ed a diffondersi. In Italia, dopo le vacanze, sono aumentati i casi di Covid-19 e ad oggi (6 ottobre) i positivi in Italia sono 60134, con un incremento di 1231 malati rispetto a ieri. La situazione purtroppo non è positiva e Giuseppe Conte lavora ad un nuovo DPCM da proporre al fine di contenere il virus. Bisogna alzare il livello di guardia per non contare troppi danni: la seconda ondata sta preoccupando tutti. Arrivano però parole quasi confortanti dall’OMS: pare che tra non troppo tempo potrebbe arrivare il vaccino tanto atteso. Ecco le parole del direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Coronavirus, l’OMS annuncia: “C’è speranza di un vaccino entro la fine dell’anno”

C’è la speranza di ottenere il vaccino anti-Covid entro la fine del 2020: a sostenere l’ipotesi è il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus che al termine della riunione del comitato esecutivo dell’organismo ha dato speranza a tutti i cittadini del mondo. “Abbiamo bisogno di vaccini e c’è la speranza che entro la fine di quest’anno ce ne possa essere uno” sono state le sue parole, riportate dall’Adnkronos. Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità ha aggiunto che per i vaccini e per altri prodotti in fase di sviluppo, lo strumento più importante è l’impegno politico dei leader, nell’equa distribuzione dei vaccini. “Abbiamo bisogno l’uno dell’altro, abbiamo bisogno di solidarietà e dobbiamo usare tutta l’energia che abbiamo per combattere il virus” sono le parole di Tedros Adhanom Ghebreyesus.

La BBC ricorda che attualmente sono 40 i vaccini in fase di sperimentazione: in particolare, uno di questi, è sviluppato all’Università di Oxford ed è in fase avanzata di test.