Vincenzo De Luca torna in tv: ospite di Che Tempo Che Fa dopo la guerriglia a Napoli

.Vincenzo De Luca super ospite di Che Tempo Che Fa questa sera di 25 ottobre: il governatore della Campania arriva su Rai 3 dopo la guerriglia urbana a Napoli.

vincenzo de luca tv
Vincenzo de Luca torna in tv dopo la guerriglia a Napoli: sarà ospite questa sera di CHe Tempo Che Fa

In qesta domenica di 25 ottobre il noto programma Che Tempo Che Fa regalerà una nuova puntata ricca di ospiti al suo pubblico Rai. Il ‘classico’ della tv offre intrattenimento, conversazioni face to face con ospiti nazionali ed internazionali e grandi risate grazie all’incredibile Luciana Litizzetto. Nell’appuntamento di questa sera oltre agli immancabili Fabio Fazio, Luciana Litizzetto, Filippa Lagerback, Enrico Brignano, Nino Frassica e Gigi Marzullo, ci saranno ospiti davvero attesi e seguiti. Lucia Azzolina, il Ministro dell’Istruzione, Vincenzo Spadafora, Ministro delle Politiche giovanili e dello Sport, Walter Veltroni, Rino Rappuoli, Vittorio De Micheli, Mara Venier, Francesco Guccini, Massimo Lopez, Geppi Cucciari, Francesca Fialdini, Nello Scavo sono alcuni dei noti personaggi che vedremo questa sera nel talk show di Fazio. Ma non sono tutti: domenica 25 ottobre è lui il super atteso della serata. Ecco di chi si tratta!

Vincenzo De Luca torna in tv: ospite di Che Tempo Che Fa dopo la guerriglia a Napoli

A Napoli nella notte di venerdì 23 ottobre è esplosa una guerriglia che ha fatto molto discutere. Il popolo partenopeo ha protestato contro il governatore De Luca che nel pomeriggio aveva annunciato un imminente lockdown in Campania. La protesta si è trasformata in guerriglia urbana con atti di violenza contro le forze di polizia. Questa sera di 25 ottobre 2020 Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, sarà ospite di Fabio Fazio per parlare di quanto accaduto e delle sue intenzioni future, sui piani da attuare anti Covid nella regione campana.

Vincenzo De Luca, che venerdì 23 ottobre aveva annunciato un imminente lockdown, ieri, dopo quanto accaduto, ha fatto dietrofront. Ha rinunciato alla chiusura totale ma voluto mantenere alcune misure restrittive come la didattica a distanza ed il coprifuoco alle ore 23.