Coronavirus, dopo essere guariti quanto dura l’immunità?

Coronavirus, un dubbio sul quale i cittadini si interrogano è quanto dura l’immunità dopo aver contratto il virus e esse guariti: scopriamo cosa dicono le ricerche.

Coronavirus immunità
Coronavirus, dopo essere guariti quanto dura l’immunità? (fonte getty)

Un dubbio su cui si interrogano in molti: quanto dura l’immunità dopo essere guariti dal Coronavirus? Sono ormai diversi mesi che l’Italia, come altri paesi del mondo, stanno affrontando la situazione generata dal virus. Le misure restrittive hanno cambiato la quotidianità dei cittadini e la preoccupazione in merito alle conseguenze sull’economia non si placa. A tal proposito è intervenuto il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, all’Assemblea 2020 della FIPE in merito al settore della ristorazione. La domanda che molti si pongono, tuttavia, è: dopo aver contratto il Coronavirus ed essere guariti, per quanto tempo si mantengono le difese immunitarie? Scopriamo cosa dicono alcune ricerche, come riportato dal Corriere della Sera.

Coronavirus, quanto dura l’immunità?

Il Corriere della Sera ha citato Alessandro Sette, de “La Jolla Institute for Immunology” che ha preso parte ad una ricerca “in fase di prestampa”. Secondi i dati raccolti, circa otto mesi dopo aver contratto il Coronavirus, su un campione di 185 pazienti che avevano contratto il virus senza necessità di ricovero, presentavano ancora cellule immunitarie in grado di contrastare e prevenire il Covid. Un ulteriore studio dell’Istituto superiore di sanità sembra concordare.  Sergio Abrignani, immunologo, interrogato riguardo una possibile “memoria immunitaria” ha spiegato che nel caso del Coronavirus è ancora presto per poterlo stabilire. “Per motivi temporali non sappiamo ancora quanto durerà la memoria a lungo termine del Sars-CoV-2” ha detto. Il virologo ha anche voluto chiarire che per la “memoria immunitaria” sorge quando un “virus continua a circolare”.

Coronavirus
Coronavirus, le ricerche riguardo alle difese immunitarie (fonte getty)

Non si ferma la ricerca che continua inarrestabile per riuscire a comprendere al meglio il Coronavirus e come affrontarlo. Non ci resta che attendere i nuovi sviluppi e aggiornamenti.

Seguite anche il nostro profilo Instagram: qui