Vaccino anti Covid, l’annuncio di Speranza: “Da gennaio prime dosi, sarà gratis”

Il Ministro della Salute Roberto Speranza illustra al Senato il piano per il vaccino: importanti novità, ecco tutto quello che ha rivelato il Ministro.

vaccino covid speranza
Ministro Speranza ha illustrato il piano vaccinale anti Covid al Senato

Il Coronavirus continua a mettere in ginocchio il mondo intero: l’Italia sta lottando contro questa terribile pandemia che non dà affatto tregua, a nessuno. Il Governo sta lavorando a nuove misure da attuare in vista di Natale e Capodanno: le festività natalizie sono sempre più vicine e purtroppo non si potranno festeggiare come ogni anno. Questo sarà un Natale con mascherina, distanziamento sociale e con cenoni tra parenti più stretti. La situazione è seria in tutto il Paese e non bisogna sottovalutare i dati: il Ministro Roberto Speranza ha parlato dell’emergenza Coronavirus in Senato. Ecco le parole del Ministro della Salute.

Vaccino anti Covid, l’annuncio di Speranza: “Da gennaio prime dosi, sarà gratis”

Il Ministro Speranza ha parlato al Senato ed ha presentato il piano dell’Italia sul vaccino contro il Coronavirus. “Il vaccino è un bene comune, un diritto che va assicurato a tutte le persone, alle donne e agli uomini, indipendentemente dal reddito e dal territorio nel quale ciascuno vive o lavora; nessuna diseguaglianza sarà ammissibile nella campagna di vaccinazione” ha spiegato il Ministro. Sono state opzionate oltre 202 milioni di dosi di vaccino che, secondo Speranza, rappresentano una dotazione per poter vaccinare il nostro Paese ed avere anche scorte. E’ probabile, ha aggiunto, che serviranno due dosi per la vaccinazione, a breve distanza temporale l’una dall’altra.

“Appare probabile che da gennaio avremo i primi vaccini. Ad oggi sono state indicate due date da Ema: 20 dicembre per vaccino Pfizer e 12 gennaio per vaccino Moderna. Da queste aziende avremo 8mln di dosi da Pfizer e 1,346mila dosi da Moderna”. Le categorie con priorità saranno: operatori sanitari e sociosanitari, residenti e personale Rsa, persone in età avanzata insieme a persone con malattie croniche. La somministrazione sarà gratuita. Questo il resoconto del piano vaccinale presentato da Speranza e pubblicato da SkyTg24.

Il Ministro sull’emergenza Covid

“I dati dell’ultimo monitoraggio ci danno indicazioni utili: emerge che l’insieme delle misure adottate inizia a dare i primi incoraggianti risultati. Sono fiducioso che a breve l’indice Rt scenderà sotto l’1” ha spiegato il Ministro della Salute, il quale ha aggiunto che le misure restrittive varate dal Governo stanno funzionando. “L’obiettivo del governo è piegare la curva senza un lockdown generalizzato, che invece altri Paesi sono stati costretti a scegliere. Il nostro modello appare essere in grado di appiattire la curva dei contagi senza un lockdown in tutto il Paese. Non è un risultato scontato” ha aggiunto.

Il Ministro Speranza ha sottolineato quanto sia importante trascorrere le festività natalizie con la massima serietà per non rischiare di ricadere nello stesso errore post vacanze estive. Ha spiegato che “Oggi le Regioni tendono verso il giallo, ma se il quadro dovesse peggiorare abbiamo uno strumento automatico che può subito attivare misure più restrittive“. Il Governo sta lavorando alle misure da adottare nel periodo di festa: si potrebbero limitare gli spostamenti internazionali ed anche Regionali. Nei giorni di festa, 25, 26 e 1 gennaio, potrebbero essere limitati anche gli spostamenti tra Comuni. Nell’attesa che arrivi il nuovo Dpcm, in programma per il 4 dicembre, il Ministro ha aggiornato tutti sul vaccino.