Coronavirus, Dpcm Natale: ecco cosa rischia chi viola le misure anti Covid

Il Ministero dell’Interno precisa le sanzioni amministrative per coloro che violano le misure anti Covid contenute nel dpcm. Ecco cosa rischia chi non rispetta le regole dal 21 dicembre al 6 gennaio.

sanzioni dpcm
Sanzioni per chi viola le misure restrittive anti Covid contenute nel nuovo dpcm: ecco cosa si rischia

Il Coronavirus purtroppo non permetterà agli italiani di festeggiare il Natale ed il Capodanno come tutti gli altri anni. Per evitare ulteriori contagi, il Governo ha varato un nuovo Dpcm che prevede nuove misure restrittive anti Covid per le festività natalizie. Sarà vietato spostarsi tra Regioni nei giorni dal 21 dicembre al 6 gennaio, nei giorni di festa invece, ovvero 25,26 e 1 gennaio, sarà vietato anche spostarsi tra Comuni. C’è inoltre il divieto di uscita notturna in tutta Italia a partire dalle ore 22. Nella notte di Capodanno il coprifuoco sarà attivo fino alle 7 del mattino e non fino alle 5, come per gli altri giorni. Sono regole queste da rispettare per evitare che il Covid provochi ulteriori danni e che continui la sua diffusione. Ma cosa rischia chi viola queste misure? Il Ministero dell’Interno ha reso pubbliche le conseguenze per chi violerà le regole imposte dal Governo. Ecco la circolare.

Coronavirus, Dpcm Natale: le sanzioni per chi viola le regole anti Covid

Nel sito del Ministero dell’Interno è emersa una circolare del Viminale in cui vengono specificate le sanzioni contro chi viola le nuove misure restrittive. Alle misure di contenimento della diffusione del Covid-19 previste dall’ultimo dpcm, del 3 dicembre, si applicano sanzioni amministrative che vanno dai 400 ai 3 mila euro. Le sanzioni sono quelle previste dall’articolo 4 del decreto legge n 19/2020.

A precisare tale informazione è la circolare inviata ai prefetti dal capo di Gabinetto del ministero dell’Interno Bruno Frattasi con riferimento a tutti i divieti di spostamento introdotti per le festività natalizie. “L’intero quadro sanzionatorio interessa tutte le norme di contenimento, spiega la circolare, e tra queste deve essere ricompresa anche quella che limita gli spostamenti sull’intero territorio nazionale per il periodo natalizio” si legge sul sito del Governo.