Lillo Petrolo, la sua battaglia contro il Covid: “Ho rischiato la depressione”, parole da brividi

Lillo Petrolo del duo Lillo&Greg ha raccontato ad Italiasì la sua battaglia vinta contro il Covid: ecco le parole del famoso attore e comico romano.

lillo covid
Lillo Petrolo ha parlato ad Italiasì della sua battaglia contro il Covid: ecco le parole del noto attore e comico italiano

Il Coronavirus continua ad essere protagonista nella vita di tutti i cittadini del mondo. Ad aver contratto il Covid anche tantissimi personaggi noti dello spettacolo che, dopo aver combattuto, hanno deciso di raccontare la loro battaglia. Così ha fatto anche Lillo Petrolo del duo comico Lillo&Greg. Il 26 ottobre 2020 l’attore aveva annunciato la sua positività, in collegamento al Festival del Cinema di Salerno: all’indomani delle sue parole l’attore fu ricoverato al Gemelli di Roma. Lillo per fortuna è riuscito a sconfiggere questo brutto male: verso fine novembre fece sapere di esser, finalmente, tornato a casa. Negli ultimi giorni, precisamente il 9 gennaio, è stato ospite di Marco Liorni, ad Italiasì ed ha raccontato i dettagli sulla sua battaglia vinta.

Lillo Petrolo, la sua battaglia contro il Covid: “Ho rischiato la depressione”, parole da brividi

Lillo Petrolo è stato ospite il 9 gennaio 2021 di ItaliaSì, programma condotto da Marco Liorni. Il famoso attore, componente del duo Lillo&Greg, ha raccontato la sua battaglia vinta contro il Covid. E’ stato ricoverato al Gemelli di Roma e non è stato affatto semplice convivere con questo terribile virus.

“Sono stato 26 giorni in ospedale, i primi giorni febbre, dolori, mal di testa. Quando mena il virus, mena forte. Ho iniziato a respirare male, il mio medico mi ha detto che dovevo ricoverarmi. Sono stato in terapia intensiva, avevo il massimo dell’ossigeno” sono state le prime parole dell’attore. “Mi ha dato molta forza il rapporto con gli infermieri, anche scherzoso, sdrammatizzante. Ad un certo punto ho rischiato la depressione, di abbattermi quando ho visto che peggioravo. Mi hanno aiutato tanto” ha continuato.

La moglie è stata quasi asintomatica, ha avuto piccoli sintomi, ha raccontato. Per fortuna, grazie alla tecnologia, è riuscito a comunicare con sua moglie durante la sua permanenza in ospedale. “Quando sei lì, hai una paura fot**ta. Pensi alla morte. Quando vai in terapia intensiva pensi proprio: ‘Oddio, potrei non farcela‘”