Marracash, il disturbo di cui soffre: non tutti ne sono a conoscenza

Marracash soffre di un disturbo particolare, non tutti sono a conoscenza di questo dettaglio sulla sua persona: ecco la confessione del rapper. 

marracash disturbo
Il King del Rap ha raccontato il suo disturbo, la confessione ai microfoni de L’assedio condotto da DAria Bignardi

Marracash è uno dei rapper più famosi d’Italia. Ha esordito nel mondo della musica nel 2005 e da allora per lui è stato un volo verso il successo. Fabio Bartolo Rizzo è nato a Nicosia, in provincia di Enna, nel ’79: sapete perchè ha scelto Marracash come nome d’arte? Si ricollega alla città di Marrakech ed al fatto che con i tratti del volto molto marcati e la pelle olivastra da piccolo veniva appellato come ‘marocchino’. Con il tempo è diventato uno dei rapper di maggior talento, si è anche guadagnato il soprannome di King Of Rap. Fa coppia con la regina invece della musica italiana, una delle donne più ascoltate del momento: parliamo di Elodie! Ma c’è un particolare sulla vita di Marracash che non tutti conoscono. Vi sveliamo di cosa si tratta.

Marracash, il disturbo di cui soffre: non tutti ne sono a conoscenza

Marracash circa due anni fa è stato ospite di ‘L’assedio’, programma condotto da Daria Bignardi. Il ‘King’ ha raccontato di sé ed ha svelato un particolare sulla sua vita privata che nessuno conosceva. Soffre di un disturbo bipolare, divenuto poi uno dei temi più ricorrenti nei suoi brani. Furono queste le sue parole all’ex direttrice di Rai3: “È trendy dire io sono bipolare, in realtà io mi sono accorto di esserlo veramente. È una cosa che prima mi dicevano le mie fidanzate, la gente che aveva a che fare con me. Poi ho avuto una conferma dopo King del Rap perché avevo avuto un momento di euforia estrema in cui non riuscivo più a dormire, stavo a mille“. Marracash dopo l’episodio decise di andare da uno psicologo, il quale gli fece notare che soffriva di questo disturbo. Una forma lieve è la sua. “In realtà ti rende la vita abbastanza invivibile se lo hai molto forte, ma nel mio caso non lo è. Alterno delle fasi di depressione a delle fasi di euforia. Non c’è un tempo fisso, a volte durano parecchio, anche mesi” è stata la confessione di Marracash.