Denise Pipitone, l’avvocato pronto a partire per la Russia: “Attendiamo l’esame del Dna”

Alla luce degli ultimi sviluppi sulla vicenda di Denise Pipitone, il legale di Piera Maggio si accinge a partire per la Russia.

Denise Pipitone
Denise Pipitone, il legale pronto a partire per la Russia: “Attendiamo l’esame del Dna” (Chi l’ha visto?)

La trasmissione ‘Chi l’ha visto?’ ha annunciato novità sul caso della scomparsa di Denise Pipitone. La bambina siciliana oggi dovrebbe avere 21 anni e una pista tutta da verificare porterebbe in Russia. Qui, infatti, si è diffuso un video in cui una ragazza di quell’età, tra l’altro somigliante per certi versi a Piera Maggio, racconta di essere stata rapita da piccola e che nel 2005 fu trovata in un campo. Si riaccendono così le speranze per la madre di Denise che in tutti questi anni ha vissuto con il sogno di poter riabbracciare sua figlia. Ovviamente, è necessario mantenere la massima razionalità e rimanere realisti, come precisa anche l’avvocato della donna, Giacomo Frazzita, al Corriere.

Segui anche la nostra pagina Instagram—>>clicca qui

Denise Pipitone potrebbe trovarsi in Russia? Parla l’avvocato

Al quotidiano, il legale della Maggio ha spiegato che sicuramente si tratta di una segnalazione che può essere verificata, a differenza di tante altre arrivate in questi anni. “Siamo di fronte a una ragazza che non conosce la sua storia, che non sa chi sia sua madre, e che somiglia a Piera Maggio almeno stando alle immagini che abbiamo visto nella trasmissione russa”, dice. Frazzita, che stasera sarà a Chi l’ha visto?’, ha annunciato di essere in procinto di recarsi in Russia per tutte le verifiche del caso. “Attendiamo l’esame del Dna e siamo speranzosi”, ha detto. Una notizia di così grande importanza è purtroppo ostacolata dalle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Gli spostamenti all’estero non sono semplici e richiedono una serie di precauzioni. In attesa che siano complete le pratiche necessarie che autorizzino l’ingresso in territorio russo. “Stiamo provando a vedere se ci autorizzano subito senza dover fare i 15 giorni di quarantena. Attendiamo”, rivela Frazzita.

Denise Pipitone
Denise Pipitone, l’avvocato pronto ad andare in Russia: “Attendiamo l’esame del Dna” (Rai Play)

Il legale ha inoltre rivelato che la pista russa non è del tutto nuova, ma risale al 2004, anno in cui Denise scomparve.