Ornella Muti, sapete perchè si chiama così? Una storia che lascia tutti senza parole

Sapete perchè Ornella Muti si chiama così? La storia ha lasciato tutti senza parole: ve la raccontiamo in questo articolo

ornella muti perchè si chiama così
Ornella Muti, perchè si chiama così? La vera storia dietro il suo nome d’arte (Fonte: Instagram)

Ornella Muti è il nome d’arte di Francesca Romana Rivelli, attrice nata a Roma il 9 marzo 1955. La Muti è annoverata tra le più autorevoli e note attrici del panorama artistico italiano. Durante la sua carriera, ha vinto numerosi premi, tra cui una Targa d’oro ai David di Donatello, due Grolle d’oro, tre Globi d’oro, tre Ciak d’oro, un Ciak d’oro speciale, un Premio Pasinetti per l’attrice al Festival del Cinema di Venezia e due Nastri d’argento come migliore attrice protagonista su cinque candidature. Ha ricevuto anche tre candidature come migliore attrice protagonista ai David di Donatello.

Ha interpretato vari generi, lavorando al fianco di registi illustri come Damiano Damiani, Mario Monicelli, Dino Risi, Marco Ferreri, Carlo Verdone, Ettore Scola, John Landis, Francesca Archibugi, Woody Allen, Paolo Virzì, Umberto Lenzi e Francesco Nuti.

LEGGI ANCHE: Ornella Muti, grave lutto per l’attrice: il saluto commosso della figlia

Ornella Muti, perchè si chiama così

Come abbiamo già detto, Ornella Muti nasce Francesca Romana Rivelli, da padre napoletano, giornalista, e madre estone, scultrice. Il nome d’arte le fu dato dal regista Damiano Damiani. L’attrice, infatti, esordì al cinema a 14 anni, quando fu scelta da Damiani come protagonista del film La moglie più bella. Il film era ispirato alla vicenda di Franca Viola, di Alcamo in Sicilia, che nel 1965, appena diciassettenne, fu la prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ornella Muti (@ornellamuti)

Damiani le impose questo nome d’arte che aveva reminiscenze dannunziane. Ornella, infatti, è un personaggio de La figlia di Jorio, mentre Elena Muti è la protagonista de Il piacere. Damiani scelse di darle un nome d’arte anche perché già esisteva un’attrice con il suo stesso cognome, Luisa Rivelli.

L’esordio fu un successo. La Muti, dopo il film con Damiani, ottenne numerosi parti in film sia in Italia che all’estero. In Spagna, ad esempio, girò Un solo grande amore, Esperienze prematrimoniali, La segretaria, L’amante adolescente. Ha recitato anche in alcuni fotoromanzi insieme alla sorella, nei quali è accreditata come Francesca Rivelli.