Chi è e cosa fa nella vita la compagna di Pierfrancesco Favino? Eccola!

Chi è e cosa fa nella vita la compagna di Pierfrancesco Favino? Eccola; i dettagli sulla vita privata del celebre attore.

È uno degli attori più amati del nostro Paese. Dell’illustre carriera di Pierfrancesco Favino, costellata di film di grandissimo successo, sappiamo praticamente tutto, ma si può dire lo stesso della sua vita privata?

pierfrancesco favino
Chi è e cosa fa nella vita la compagna di Pierfrancesco Favino? Eccola; i dettagli sulla vita privata del celebre attore. ( Credits Instagram)

Non tutti sanno che il cuore dell’attore romano è impegnato da quasi 20 anni: sapete chi è la sua compagna e mamma delle sue due figlie? Eccoli insieme.

Pierfrancesco Favino, avete mai visto la sua compagna? Chi è e cosa fa nella vita

Si chiama Anna Ferzetti ed è la compagna del celebre attore Pierfrancesco Favino. I due si sono conosciuti nel 2003, ad una festa di amici, e non si sono più separati. Non sono sposati ma dal loro grande amore sono nate due splendide figlie, Greta e Lea, di 15 e 9 anni.

Nata nel 1982, figlia dello storico attore romano Gabriele Ferzetti, anche Anna è un’attrice. Sul piccolo schermo l’abbiamo vista in diverse serie di successo, come Il maresciallo Rocca, Ultimo, Il commissario Rex e Rocco Schiavone. È stata anche nel cast di diverse pellicole cinematografiche, come Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek e La tigre e la neve di Roberto Benigni.

Un legame speciale, quello tra i due attori, che inizialmente hanno scelto di vivere in due appartamenti separati, nello stesso palazzo, prima di convivere. “Se si sta un po’ separati, la coppia si rafforza. Abbiamo vissuto in due casa fino ad alcuni mesi dopo la nascita di Greta, la nostra primogenita”, ha raccontato la Ferzetti in un’intervista a Io Donna.

pierfrancesco favino moglie
Pierfrancesco Favino e Anna Ferzetti ( Credits Instagram)

Sul loro primo incontro e l’inizio della loro storia d’amore, a La Repubblica la Ferzetti ha raccontato: “È stato un colpo di fulmine, una cosa quasi animalesca, una questione di odori. Ci siamo scambiati i numeri ma poi sono passati i mesi, venivamo entrambi da altre storie. Per caso ci siamo incontrati di nuovo in un bar… io ci credo al destino.”