“Altrimenti avrei smesso di lavorare”: tutti gli dicevano di non dire niente

“Altrimenti avrei smesso di lavorare”: l’amato personaggio del mondo dello spettacolo racconta che tutti gli dicevano di non dire niente

Qualche settimana fa ha rilasciato un’intervista a Il corriere della sera raccontando di essere sieropositivo. Quando l’ha detto al suo agente di allora è successo uno psicodramma, dice. Qualcuno, come racconta, ha cercato di impedirgli di lavorare.

avrei smesso lavorare
“Avrei smesso lavorare” (credits: instagram)

Non svela il nome ma come spiega, questa persona aveva chiesto di non invitarlo più nelle trasmissioni essendo sieropositivo. Ma a quanto pare tutto questo gli è servito perchè gli ha dato una spinta. L’amatissimo personaggio del mondo dello spettacolo ha spiegato che quando ha scoperto di avere l’HIV ha avuto una reazione di sgomento e paura. Si è informato e grazie anche all’aiuto psicologico che danno in ospedale ha capito che si può vivere con la malattia.

Prima di trovare quella spinta, come ha raccontato, qualcuno gli ha detto di non dire nulla perchè altrimenti avrebbe smesso di lavorare.

“Avrei smesso di lavorare”: tutti gli dicevano di non dire niente

In un’intervista a Il corriere della sera ha raccontato di essere sieropositivo e di averlo scoperto facendo i controlli che esegue regolarmente. Quando l’ha saputo ha provato una sensazione di paura, terrore e di sgomento ma grazie all’aiuto psicologico ha capito che con l’HIV si può vivere e non convivere.

Giovanni Ciacci, che ormai saprete, è pronto ad entrare nella casa del GF Vip, ha rilasciato un’intervista in cui ha parlato per la prima volta della malattia. Ha svelato che qualcuno voleva impedirgli di lavorare. Infatti c’è stata una persona che aveva chiesto di non invitarlo più in trasmissione. Ma è stata proprio questa persona a dargli la spinta e così ha deciso di chiamare Signorini per dirgli che era ponto. Il conduttore si è poi adoperato con Pier Silvio Berlusconi. Infatti per far entrare l’opinionista il regolamento è stato modificato perchè fino allo scorso anno chi era affetto dalla malattia non poteva accedere.

avrei smesso lavorare
Racconta tutto (credits: instagram)

Ciacci ha raccontato che quando disse al suo allora agente di essere sieropositivo scoppiò uno psicodramma. Infatti tutti gli dissero di non dire niente perchè altrimenti avrebbe smesso di lavorare. Tanto che, come spiega, qualcuno aveva chiesto di non invitarlo più alle trasmissioni.