Nadia Toffa, cos’è il tumore al cervello e come riconoscerlo da alcuni dei possibili sintomi

Nadia Toffa, dopo la sua malattia parola agli esperti per alcuni approfondimenti: cos’è il tumore al cervello e quali possono essere i sintomi da tenere sotto controllo. 

Nadia Toffa tumore cervello
Nadia Toffa, il tumore al cervello: cos’è e come lo si può riconoscere, possibili sintomi

La notizia della morte di Nadia Toffa per un cancro al cervello ha sconvolto l’opinione pubblica. Oltre agli amici e ai parenti della giornalista, distrutti da questo terribile lutto, anche tutti quelli che non conoscevano di persona Nadia sono rimasti profondamente colpiti dalla sua morte, avvenuta dopo una lunga ed estenuante battaglia contro questa terribile malattia. Proviamo allora a conoscere qualcosa in più sul tumore al cervello, affidandoci alle parole degli esperti in materia: ecco cos’è e quali sono i possibili sintomi da tenere sotto controllo.

Nadia Toffa, tumore aggressivo al cervello: ecco quanti ne esistono

Nadia Toffa è stata colpita da un tumore cerebrale particolarmente aggressivo, uno di quelli sui quali la ricerca sta ancora lavorando tanto per trovare cure e rimedi. Va però sempre specificato che ogni caso è a sé, e ognuno ha la sua storia e reagisce in modo personale alle cure. Premesso questo, tanti sono i tipi di tumore cerebrale che esistono, con diversi livelli di benignità e malignità, come ha spiegato l’esperta Melania Rizzoli su Libero. Tra i benigni, quello con maggiore incidenza è il meningioma, che si presenta nel 30% dei casi. Nei maligni, invece, vanno identificati in particolare il glioblastoma e l’astrocitoma. Si tratta di una malattia che comincia e si diffonde con una mutazione del DNA, nascendo dall‘encefalo, a differenza di tumori secondari, che invece sono solo metastasi di altri tumori nati in altre parti del corpo.

Cancro cerebrale: possibili sintomi e rimedi secondo gli esperti

I sintomi del tumore al cervello possono essere tanti e diversi. Numerose sono le anomalie che potrebbero fare da campanello d’allarme per questa malattia: tra i primi c’è sicuramente la forte cefalea, ovvero un particolare mal di testa, magari accompagnata da nausea, che possono essere segnali dell’ipertensione endocranica. Poi attenzione anche ai disturbi della vista, come il cosiddetto ‘vedere doppio’, o la perdita della vista periferica o di una parte del campo visivo laterale. Anche una perdita di sensibilità agli arti o più in genereale una difficoltà motoria va controllata con uno specialista, così come un abbassamento dell’udito o difficoltà nel linguaggio, così come perdite di memoria, fino anche alle crisi epilettiche. Va sempre però speficato, ed è importante per non andare inutilmente nel panico, che tutti questi sintomi non sono per forza segnali di una malattia tanto grave, e che ogni caso è diverso dagli altri. Di sicuro, però, una diagnosi precoce può essere fondamentale per la guarigione dalla malattia, le cui cure variano totalmente in base al tipo di tumore e alla sua gravità.

Per rimanere aggiornato sui tuoi programmi e personaggi preferiti, CLICCA QUI