Rosa Perrotta, confessione dolorosa: dopo non è stato più lo stesso

Rosa Perrotta, confessione dolorosa: l’ex tronista di Uomini e Donne è diventata mamma da quasi due mesi, ma ora ammette che non è stata facile.

Rosa Perrotta confessione parto Domenico
Rosa Perrotta, la confessione dolorosa a distanza dal parto del piccoo Dodo (foto Instagram)

Rosa Perrotta, confessione dolorosa. La nascita del piccolo Domenica, il 25 luglio scorso, è stata certamente l’esperienza più profonda e intensa per l’ex tronista. Un evento che è andato a coronare la sua storia d’amore con Pietro Tartaglione. E successivamente lei ha sempre mostrato tutta la sua felicità, la serenità tipica di una mamma. Ma oggi, con una serie di IG Stories, ammette per la prima volta che non tutto è andato come se l’era immaginato. Il primo parto (forse non l’unico della sua vita) se lo ricorderà per sempre e adesso sappiamo anche perché. Oggi ha solo attenzioni speciali per il piccolo di casa, che ha anche più volte mostrato con orgoglio ai follower. Le ultime settimane però sono state molto pesanti da affrontare.

Potrebbe interessarti anche:

Rosa Perrotta, confessione dolorosa: come ha trovato la forza per reagire

L’ex tronista di U&D non ha avuto problemi a raccontare le sue paure e i dolori che hanno accompagnato il parto del piccolo Dodo. Il cesareo al quale è stata sottoposta si è rivelato molto doloroso, ma lo è per tutte le mamme che lo affrontano. Per lei in particolare perché nel corso dell’operazione è stata male: “Ho vomitato due volte mentre mi operavano”. Poi però ha visto suo figlio e l’umore è cambiato già dal primo abbraccio come ammette lei stessa, perché la loro relazione è speciale.

In realtà però i problemi sono continuati ancfhe una volta usxcita dall’ospedale. La Perrotta ammette di aver provato dolori fortissimi, anche superiori a quelli del parto e ha fatto molta fatica anche solo ad alzarsi dal letto. “Ho avuto qualche crisi, un piccolo crollo perché pretendo sempre di stare al massimo“. Poi ha capito di non poter pretendere sempre il massimo da se stessa e ha scelto di dedicarsi solo al bene del piccolo. In occasione del suo primo mese di vita gli aveva dedicato parole bellissime: “Non si può capire cosa provi un genitore, finché non si diventa genitore. Così capisci che avresti dovuto essere più clemente con i tuoi, perché ora sai di cosa si tratta”.

Per rimanere sempre agggiornato sui tuoi personaggi preferiti CLICCA QUI